Alessandro Ricobello ha cominciato a suonare il violoncello all’età di dieci anni con il maestro Andrea Musto, proseguendo gli studi presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine con il maestro Federico Ricardi Di Netro. Attualmente frequenta il Triennio Accademico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida del maestro Dario Destefano.

Nel repertorio solistico si è perfezionato con Michael Flaksman, Jelena Očić e Antonino Puliafito. In quello cameristico si è perfezionato con Franco Calabretto e Carlo Bertola nell’ambito del trio e con Alberto Battiston per il quartetto. Sotto la direzione del maestro Battiston ha anche ricoperto per due anni il ruolo di primo violoncello nell’Orchestra d’Archi del Conservatorio di Udine. Nell’estate del 2015 è stato selezionato come primo violoncello per il progetto “Music improves the world”, tenutosi sull’isola di Corfù, che ha allestito un’orchestra, diretta dal maestro Davide Pitis, formata da ragazzi italiani e israeliani. Suona frequentemente in varie orchestre della regione, i Filarmonici Friulani, l’orchestra “La Sinfonietta” dell’associazione “Amici della musica” di Udine, l’Academia Symphonica, l’associazione “Thomas Schippers” di Gorizia e l’Orchestra Giovanile “Santa Cecilia” di Portogruaro. Consolidato da anni è il duo con il pianista Sebastiano Gubian, con il quale ha suonato anche in trio insieme alla violinista Luisa Pezzotti.