Da giovedì 3 a domenica 6 giugno 2021 il Teatro Palamostre di Udine ospiterà la masterclass di formazione orchestrale (sez. archi) organizzata e promossa dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani. Docenti dell’appuntamento formativo, riservato ai musicisti dell’ensemble, saranno Marco Fiorini, già Primo Violino Solista dell’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, e Giuseppe Barutti, primo violoncello dei Solisti Veneti.

Programma:

  • A. von Webern, Langsamer Satz
  • D. Shostakovich, Quartetto n. 8
  • O. Respighi, Antiche arie e danze per liuto

La masterclass è organizzata dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani con il sostegno di Regione FVG e Giovani FVG. A conclusione del corso, sarà realizzata una registrazione a cura d Stefano Amerio di Artesuono che terrà anche un workshop di formazione con l’associazione Un Blanc un Neri di Gemona del Friuli con l’obiettivo di ampliare l’attività divulgativa ed educativa dell’OFF.

Marco Fiorini – Violino

Marco Fiorini ha iniziato lo studio del violino con la madre Montserrat Cervera e si è diplomato sotto la guida di Mila Costisella presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma nel 1988 con il massimo dei voti e la lode. Si è successivamente perfezionato in violino con Pavel Vernikov, Zinaida Gilels e Eugenia Chugajeva a Portogruaro e Vienna, in quartetto con Piero Farulli, Raphael Hillier e Sadao Harada.Da allora è impegnato in un’intensa attività concertistica che lo ha portato a suonare per importanti Istituzioni quali l’Accademia S. Cecilia e la IUC a Roma, La Filarmonica di S. Pietroburgo, Milanomusica, il Teatro La Fenice, il Teatro S. Carlo e l’Ass. Scarlatti a Napoli, e a collaborazioni cameristiche con musicisti di fama quali Myung-Wung Chung, Alexander Lonquich, Michele Campanella, David Geringas, Mario Brunello, Boris Petruschansky, Antony Pay e Veronica Hagen.

Primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia dal 1996 al 2006, ha suonato con illustri direttori ( Chung, Maazel, Pretre, Sawallisch, Temirkanov, Tate, Dutoit, Fruhbeck de Burgos), ha effettuato numerose tournées in Europa, Giappone, Corea e Cina, ha interpretato i più noti “a solo” di Strauss, Bach, Beethoven, Tschaikowsky e Rimsky-Korsakov ed ha inciso per Deutsche Gramophone, Musicom ed EMI.

Sempre in tale ruolo ha collaborato tra le altre con l’Orchestra della Scala di Milano, la Symphonica Toscanini, l’Orchestra da Camera di Losanna, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e l’Orchestra Sinfonica di Roma.

Su invito di Dmitri Sitkovetsky ha collaborato come spalla con i New European Strings, una compagine selezionata che riunisce alcune fra le migliori prime parti d’Europa.

Appassionato camerista, nel 1995 ha fondato il Quartetto di Roma che, subito premiato al XV Concorso Internazionale di Trapani, svolge un’intensa attività concertistica in Italia, Spagna, Olanda, Norvegia, Turchia, Egitto, Estremo Oriente e soprattutto in Germania dove, ospite regolare dal 1999, è sempre accolto con entusiasmo da pubblico e critica. Di rilievo i recenti recitals tenuti alla Filarmonica di Berlino ed al Palazzo Reale di Madrid (quest’ultimo sugli Stradivari della collezione reale) con i quali il Quartetto ha celebrato i 15 anni di attività. Particolarmente apprezzati dalla critica sia tedesca che italiana le registrazioni dei quintetti per clarinetto ed archi di Reger e Marteau (Naxos) e Mozart e Brahms (Bottega Discantica), come anche l’integrale per quartetto di Verdi e Puccini (Bottega Discantica); di recente pubblicazione un CD dedicato a Mendelssohn (op.13 e op.81) per Bottega Discantica. E’ stato ospite dei Festivals di Spoleto, Orlando (Olanda), Neuschwanstein e Augsburg (Germania).Come primo violino del Quartetto Prometeo Marco Fiorini ha suonato in Inghilterra, Svizzera, Germania, Spagna ed Armenia ed ai Festivals di Ravenna e Ravello.

Ha inoltre registrato per RAI, Radio Nacional de Espana, Catalunya Radio, Ermitage, Frequenz e Musikstrasse, RadioSvizzeraItaliana, Bayerischer Rundfunk.Tra i suoi impegni solistici da notare la sua presenza al Festival Casals in Spagna e le recenti interpretazioni del concerto di Beethoven al Parco della Musica di Roma e del Concerto Gregoriano di Respighi con l’Orchestra Sinfonica di Roma.

Tiene corsi di perfezionamento e masterclasses di violino, musica da camera ed orchestra, anche in veste di direttore, sia in Italia che all’estero  e cura la rubrica sulla tecnica strumentale per la rivista specializzata Archi Magazine. Da Novembre 2014 è docente ai Corsi di Perfezionamento di violino presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Giuseppe Barutti – Violoncello

Violoncellista veneziano, è considerato tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani. È stato indicato da Lorin Mazel come uno dei grandi talenti del violoncello per l’alta qualità delle sue interpretazioni e l’unicità della voce conferita al suo strumento. Ha debuttato a undici anni, vincendo il primo premio al Concorso di Violoncello di Vittorio Veneto e in seguito al Concorso di Biella, riconfermando poi in altre tre edizioni il primo premio con menzione onorevole della Giuria.

Si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio Benedetto Marcello con A. Vendramelli. Si è perfezionato con F. Rossi, violoncellista del celeberrimo Quartetto Italiano e con A. Janigro, mentre prezioso è stato il contatto con S. Celibidache. Appena ventenne ha ottenuto il ruolo di primo violoncello al Gran Teatro la Fenice di Venezia e in seguito è stato invitato a collaborare con le più prestigiose formazioni sinfoniche italiane. Con grande successo di pubblico e di critica, si è esibito in concerti sia come solista (opere da J.S. Bach a Ligeti), sia con orchestra, in Italia e all’estero, curando anche il repertorio cameristico dal duo alle più svariate formazioni, a fianco di musicisti quali S. Accardo, M. Somenzi, B. Canino, A. Menuier, B. Giuranna, D. Bogdanovich, K. Bogino, P. Venikov, R. Rogoff, R. Filippini.

Ha collaborato con le più importanti formazioni internazionali, partecipando a tournée in tutto il mondo. Ha ricoperto il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano. È stato Primo violoncello e membro fondatore dell’Accademia Musicale di San Giorgio – Fondazione Cini, con la quale ha preso parte a concerti in prestigiosissime sedi concertistiche italiane ed europee, tra cui il Festival di Salisburgo, l’Unione Musicale di Torino, il Teatro La Fenice di Venezia.

Con i Cameristi ha realizzato importanti produzioni cameristiche, tra cui l’incisione dell’intera opera di J. Brahms, salutata dalla critica tedesca come vera rivelazione. Come solista e primo violoncello è stato invitato da C. Scimone a collaborare con i “Solisti Veneti”, con i quali è stato impegnato in tournée di successo in tutto il mondo, nell’ambito dei più rinomati Festival Musicali: a Vienna, New York, Tokio, Londra, Milano, Madrid, Boston, Salisburgo e in molte altri paesi e città. Incide per la Decca e la Erato.