INCURSIONI

Paolo Tedesco, violoncello
Alessio Venier, direttore
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani

Musiche di D. Shostakovich, K. Weill e F. Gulda.

GIOVEDI’ 26 agosto | Ore 20.45
Teatro della Corte di Osoppo

VENERDI’ 27 agosto | Ore 21.00
Piazza Venerio, Udine

Biglietti:
Intero | 10 €
Ridotto over 65 e under 25 | 8 €

Prevendita online e presso i rivenditori del Circuito Vivaticket.
È possibile prenotare il proprio biglietto e ritirarlo la sera dell’evento scrivendo a biglietteria@filarmonicifriulani.com
Conformemente a quanto previsto dal Decreto-legge del 23 luglio 2021, n. 105 sulle “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”, per assistere agli spettacoli dal vivo ci sarà l’obbligo di presentare all’ingresso un GREEN PASS.

Il programma presenta tre lavori in cui i compositori si sono spinti al di fuori dei canoni della tradizione per esplorare linguaggi a loro non propri, ma con risultati straordinari. Un’orchestra particolarissima, con banjo e sassofoni, dà vita a danze moderne di grande fascino, caratterizzate da un’estrema riconoscibilità e facilità di ascolto, con atmosfere derivate dalla musica da ballo ma anche dalla tradizione del café-chantant.

Chiude il programma il pirotecnico “Concerto per violoncello” di Friedrich Gulda, pianista e compositore di fama mondiale che definire poliedrico sarebbe riduttivo. Il concerto accosta nei suoi cinque movimenti alterttanti linguaggi totalmente diversi ricostruiti con perizia straordinaria, con la particolarità che nessuno di questi è quello che ci si aspetterebbe da un concerto classico. Il rock degli anni ’70 dialoga con l’improvvisazione, lo jodel alpino con compassati minuetti seicenteschi, per un finale dall’entusiasmo circense.

Paolo Tedesco

Paolo Tedesco, nato nel 2001, ha intrapreso lo studio del violoncello all’età di 5 anni presso il “Suzuki Academy Talent Center” di Torino, sotto la guida del M° Marco Mosca. 

Vincitore di diversi primi premi in concorsi nazionali e internazionali fra cui il “Giovani Interpreti” Città di Torino, Concorso “Città di Maccagno”, Concorso “Salieri” di Legnago, nel 2019 Primo premio assoluto ai concorso di Vimodrone, al “Varallo- Valsesia Musica” Junior, primo premio al “Premio Crescendo” di Firenze e premio per il miglior strumentista ad arco, primo premio assoluto al concorso “Guadagnini” di Piacenza, nel corso degli anni, ha avuto l’opportunità di esibirsi più volte in qualità di solista e primo violoncello dell’Orchestra Suzuki di Torino in importanti sale in Italia e all’estero, tra cui il Teatro Regio e il Teatro Carignano di Torino, il salone del Conservatorio G. Verdi di Torino, la Basilica di San Vitale a Ravenna, l’Auditorium “G. Agnelli” di Torino, il National Forum of Music di Wroclav (Polonia). 

È stato membro dell’ensemble “100 Cellos” di Giovanni Sollima, alle cui manifestazioni in tutta Italia ha partecipato regolarmente. 

Ha frequentato Masterclass solistiche con il M°Wen-Sinn Yang presso Starnberg (Germania) e Seefeld (Austria) , con il M° Diego Romano (Villa Pennisi in musica), con il M° Paolo Bonomini (Petite societè di Brescia ) e con il M° Thomas Demenga (Associazione De Sono), con il Trio di Parma (Accademia Perosi di Biella); con il M° Stefano Guarino (Associazione De Sono), con il M° Asier Polo; ha inoltre collaborato con l’Orchestra da Camera Europea “Flying strings”. 

Ha collaborato come primo violoncello dell’Orchestra da camera giovanile “Camerata Ducale Junior”, con la quale ha avuto anche l’occasione di esibirsi come solista e in formazioni cameristiche. Nel novembre 2019 ha eseguito come solista le “Variazioni Rococò” di Tchaikowski con l’orchestra del Conservatorio “G. Verdi” di Torino e con la Camerata Ducale Junior. 

Nell’estate del 2020 ha partecipato al prestigioso festival “Classiche Forme”, dove ha avuto l’opportunità di esibirsi con grandi musicisti, come Beatrice Rana e Giovanni Sollima. Nell’Ottobre 2020 ha conseguito brillantemente la laurea di primo livello presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, sotto la guida dei M° Massimo Macrí, Prof.sa Marianna Sinagra e Prof.sa Veronica Lapiccirella. 

Attualmente sta studiando presso l’ Univeristät Mozarteum a Salisburgo, sotto la guida del M° Enrico Bronzi. 

Ad Aprile 2021 gli è stata assegnata la Borsa di studio De Sono a sostegno dei giovani musicisti e studiosi in ambito musicale, riservata agli studenti diplomati al Conservatorio G. Verdi di Torino. Recentemente ha partecipato al progetto “Strings in Motions” presso Dobbiaco e Innsbruch, esibendosi anche in veste di solista.

Il concerto è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Udine, con la collaborazione dell’associazione Anà-Thema Teatro e del Comune di Osoppo.