Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Emanuela Battigelli
, arpa
Ferdinando Sulla, direttore

Musiche di C. Debussy e M. Ravel

GIOVEDI’ 21 ottobre | Ore 21.00
Teatro Comunale Palamostre, Udine

Biglietti:
Intero | 10 €
Ridotto over 65 e under 25 | 8 €
Per prenotazioni: biglietteria@cssudine.it


VENERDI’ 22 ottobre | Ore 21.00
Teatro Adelaide Ristori, Cividale del Friuli

Biglietti:
Intero | 10 €
Ridotto over 65 e under 25 | 8 €
Per prenotazioni: biglietteria@filarmonicifriulani.com

Conformemente a quanto previsto dal Decreto-legge del 23 luglio 2021, n. 105 sulle “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”, per assistere agli spettacoli dal vivo ci sarà l’obbligo di presentare all’ingresso un GREEN PASS.


Il concerto

Il concerto Suite Parisienne esplora la produzione dei due esponenti di spicco della musica francese tra Ottocento e Novecento: Claude Debussy e Maurice Ravel.  Nel programma presentato si spazia attraverso la maggior varietà possibile per quanto riguarda climi sonori, organici orchestrali e forme musicali: tutti i brani sono tuttavia accomunati da uno sguardo retrospettivo, ora verso le glorie del barocco francese (con la suite di Ravel, dichiarato omaggio al connazionale François Couperin, e con le forme di danza della sarabanda e della pavana), ora verso un’antichità a-storica e idealizzata (quella dell’antica Grecia, evocata nelle Danses per arpa e archi e nel Prélude à l’après-midi d’un faune, considerato uno dei manifesti dell’impressionismo musicale).

Ferdinando Sulla

Ferdinando Sulla, studia organo, composizione e approfondisce lo studio dell’orchestrazione a Milano con Giampaolo Testoni. Si diploma con il massimo dei voti e la lode in musica corale e direzione di coro presso il Conservatorio “S. Giacomantonio”di Cosenza. Intraprende gli studi di direzione d’orchestra con Luis Rafael Salomon, Pietro Mianiti e successivamente presso la Italian Conducting Academy di Milano con Gilberto Serembe. Si diploma in direzione d’orchestra presso la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado di Milano.

In qualità di direttore di coro ha diretto importanti compagini corali italiane e straniere nell’ambito di produzione operistiche e concertistiche, collaborando con direttori di fama internazionale come Diego Fasolis e Fabio Luisi.

È stato assistente di Daniele Callegari e Fabio Luisi in numerose produzioni operistiche e presso il Festival della Valle d’Itria di Martina Franca.

Debutta al XLIII Festival della Valle d’Itria di Martina Franca con l’opera Le donne vendicate di N. Piccinni. Successivamente debutta: al Festival “Resurrexit” di Siauliai (Lituania) su invito della “Lithuanian National Philharmonic Society” di Vilnius; all’OperaEstate Festival con La Cenerentola di G. Rossini; al XIX Festival Verdi di Parma; al XLI Rossini Opera Festival di Pesaro con il Miserere e la Messa di Milano di G. Rossini nell’edizione critica da lui curata per la Fondazione Rossini e Casa Editrice Ricordi; al Teatro Regio di Parma con il Don Pasquale di G. Donizetti.

Nell’ambito delle passate stagioni operistiche e concertistiche ha diretto la Filarmonica “Arturo Toscanini” di Parma (2021, 2019), Filarmonica Gioacchino Rossini (2020), l’Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano (2019), il coro e l’orchestra del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (2019), l’Orchestra di Padova e del Veneto (2018),Orchestra ICO “Magna Græcia” (2018), Klaipeda Chamber Orchestra (2018), l’orchestra e il coro della Filarmonica di Stato “Transilvanjia”di Cluj(2017), Orchestra “I Pomeriggi musicali” di Milano (2016), l’Orchestra “I Musici di Parma” (2012), “Roma 3 Orchestra” (2010).

Ha diretto in prima esecuzione assoluta opere di: Giampaolo Testoni (Tre Pezzi Sacri, per coro femminile e orchestra); Paolo Furlani (Pinocchio in variazioni, per voce recitante e orchestra sinfonica).

Alla carriera artistica unisce l’interesse per la ricerca musicologica: nel 2014 consegue a Milano la laurea magistrale in musicologia con il massimo dei voti e la lode. Realizza l’edizione critica dell’Alessandro nell’Indie di L. Vinci e collabora con il Prof. Davide Daolmi all’edizione critica di Adelsone Salvinidi V. Bellini, e all’edizione critica della Petite Messe Solennelle di G. Rossini (versione orchestrale), per la Fondazione Rossini di Pesaro. Nel 2020 la Fondazione G. Rossini di Pesaro, in collaborazione con Casa Editrice Ricordi, gli commissiona l’edizione critica del Miserere e della Messa di Milano di G. Rossini.

È stato docente d’interpretazione e prassi esecutiva vocale presso l’Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti” – Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca e ha tenuto masterclass d’interpretazione nell’ambito del “Leonardo Vinci” Festival di Crotone.

Attualmente è docente presso la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado” di Milano e presso l’Accademia Teatro alla Scala di Milano.

Nel Maggio 2019 il Rotary Club di Crotone gli conferisce il premio come “giovane eccellenza” per meriti artistici.

Emanuela Battigelli

Nella foto di copertina di Veronica Mauro

Emanuela Battigelli, nata a Gemona del Friuli nel 1980, si è diplomata in Arpa Cum Laude presso il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine. Ha conseguito l’Artist Diploma in Israele presso la Samuel Rubin Academy of Music, Dipartimento di Musicologia della Tel-Aviv University, ora Buchmann Mehta School of Music.

Ha dato un concerto per arpa ed elettronica all’interno della 63ª  Biennale Musica di Venezia (Teatro alle Tese), dove per la prima volta nella storia della Biennale di Venezia l’arpa è stata presentata come strumento solista e in cui Emanuela Battigelli ha suonato anche brani commissionati per l’occasione dalla Biennale e a lei dedicati.
Gli impegni più recenti includono la partecipazione come solista con l’Orchestra di Padova e del Veneto e la direzione di Luigi Piovano (stagioni concertistiche dell’Orchestra Filarmonica di Torino e dell’Orchestra di Padova e del Veneto) nelle Danses per arpa e orchestra d’archi di Claude Debussy, un recital per Mittelfest con il programma Celebrating Life (ispirato alla celebrazione della vita in diversi tempi e culture, in cui ha anche suonato la prima assoluta diImprovisaciòn a lei dedicata dal compositore Luis de Pablo) e la prima esecuzione in Italia delle Gstaad Variationen di Ivan Fedele per l’Accademia Filarmonica Romana.

La sua carriera solistica e cameristica l’ha inoltre portata a suonare in prestigiose rassegne come il Festival d’Aix-en-Provence, il Verbier Festival e la Biennale di Musica Contemporanea di Gerusalemme, e ad eseguire concerti per arpa ed orchestra insieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (2015 Ravenna Festival, Toccata di P. D. Paradisi), Tirgu Mures State Philharmonic Orchestra (2013 Concerto n. 1 di Ami Maayani) ed Israel Chamber Orchestra (2006 Georg Friedrich Haendel Concerto en Si bemol).

Fra le sue diverse esibizioni è stata protagonista di trasmissioni televisive e radiofoniche per RAI, BBC, ARD, RTV Slovenija, RSI, Radiotelevisione israeliana ed Arte.

Ha avuto il privilegio di collaborare come arpista con  alcune fra le più importanti orchestre a livello mondiale quali Berliner Philharmoniker, London Philharmonia ed Orchestra del Teatro alla Scala, sotto la direzione di Maestri come Daniel Barenboim, Simon Rattle e Kirill Petrenko.

Emanuela Battigelli è conosciuta per il suo interesse nel campo della musica contemporanea e per la capacità di creare programmi originali, ponendo l’arpa e la musica d’oggi in una luce moderna, profonda e comprensibile, anche grazie alla collaborazione con importanti compositori che le hanno dedicato brani solistici.
Nella sua discografia – che include album per arpa sola pubblicati da Artesuono e Limen Music – e nei suoi programmi da concerto, compaiono prime incisioni e prime esecuzioni assolute e nazionali di brani per arpa di compositori come Luis De Pablo, Ivan Fedele, Reynaldo Hahn, Toshio Hosokawa, Malika Kishino, Somei Satoh, Leon Schidlowsky e Germaine Tailleferre.