Autore: yx3y7j2m

Alberto Gaspardo

alberto gaspardoInizia gli studi musicali di Pianoforte ed Organo all’età di cinque anni con il M° Daniele Toffolo. Ha coltivato la sua formazione accademica presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, affiancato negli studi da diverse personalità musicali tra cui i Maestri Scopel (Improvvisazione), Gregoletto (Clavicembalo), Themel (Direzione d’orchestra) e Antoniotti (Organo). Sotto la guida di quest’ultimo si è diplomato con il massimo dei voti e la lode in Organo e Composizione organistica.

Si è perfezionato seguendo corsi di interpretazione organistica e lezioni private tenuti da Maestri di fama internazionale (Radulescu, Bovet, Ripoll, Lindner, Ghielmi, Lohmann).

Dal 2006 ha collaborato con diverse formazioni orchestrali e realtà corali in qualità di accompagnatore, continuista e solista tra cui i Filarmonici Friulani, l’Orchestra Nazionale Sinfonica degli Studenti dei Conservatori Italiani, il Coro del Friuli Venezia Giulia. Ha ottenuto il premio (della sua categoria) al concorso organistico nazionale Benedetdi Bibione (Ve) (2016); finalista (finale sospesa) al II Concorso organistico internazionale Camponeschi – Carafadi Montorio al Vomano (Te) (2016); terzo premio al VI Concorso organistico internazionale Daniel Herz di Bressanone (Bz) (2018). Nel 2017 gli è stato conferito il “Premio Nazionale delle Arti” per la sezione Organo, riconoscimento ministeriale rilasciato ai migliori allievi diplomati nei conservatori italiani.

È organista titolare della Federazione Italiana Pueri Cantores e della Chiesa di Santa Maria degli Angeli (detta “del Cristo”) di Pordenone. È direttore del coro dell’Abbazia di Santa Maria in Sylvis di Sesto al Reghena (Pn) e direttore artistico del “Festival Organistico Sestense”.

Nel 2018 gli è stata assegnata la Swiss Government Excellence Scholarship, borsa di studio rilasciata dal Governo svizzero alle eccellenze musicali.

Attualmente frequenta il Master of Arts in Music Performance in Organo presso la Schola Cantorum Basiliensis (Svizzera) nella classe di Wolfgang Zerer.

Francesco Tirelli

francesco tirelliLaureato in “Strumenti a percussione” presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine con il massimo dei voti e la lode, si è perfezionato con i percussionisti del Teatro “Alla Scala” di Milano e con M. Pastore, G. Romanenghi e M. Ben Omar. Inoltre ha seguito corsi di canto moderno con la M° F. Drioli, composizione, orchestrazione ed arrangiamento con il M° V. Sivilotti, G. Anastasi e seminari con Franco Mussida e i docenti del CPM di Milano.

Ha collaborato e collabora con diverse formazioni italiane e straniere come l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia (attuale Mitteleuropa Orchestra), l’orchestra “Società Filarmonia” di Udine, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’UK Symphony Orchestra, il Divertimento Ensemble, l’ensemble dei Percussionisti del Teatro “Alla Scala” e altre, con le quali ha tenuto concerti in Italia, Austria, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Serbia, Montenegro, Croazia.

Al suo attivo ha alcune registrazioni televisive e radiofoniche per Mediaset – Canale 5, Rai Regione FVG e Rai regione Molise, Rai 5 e Radio Televizioni Shqiptar (RTSH) (Radio Televisione Albanese).

Ha tenuto concerti da solista ed in duo con il pianista Alessio Domini in Italia, Austria e Albania.

Collabora come percussionista negli spettacoli di Simone Cristicchi, Valter Sivilotti e Giuseppe Tirelli.

Affianca all’attività strumentale, quella compositiva in ambito extra-colto. È, infatti, membro e cofondatore dei gruppi “Laboratorio Musicale Sperimentale” e “Caffè d’Oppio” con i quali promuove un percorso di diffusione della canzone e della musica d’autore anche nelle scuole medie ed istituti musicali della Regione.

Alcune sue canzoni e musiche sono state inserite in alcuni lavori per il teatro, tra i quali “Sinchrony city” (M.T.V. labs, 2013) ed “Itinerario Grande Guerra” (Artisti Associati) per la manifestazione “ÉStoria” 2014 a Gorizia.

È docente di strumenti a percussione e batteria presso la Scuola di musica Diocesana di Mortegliano (UD).

Aaron Collavini

aaron collavini timpaniNato nel 1997 a Udine (Italia), ha iniziato gli studi di batteria a sette anni con il maestro A.Piputto presso la scuola di musica “Euritmia” di Povoletto. Sempre a Povoletto intraprende lo studio delle percussioni con G. Salvadori per poi passare sotto la guida del maestro M. Pastore, docente di percussioni presso il Conservatorio di Padova, con cui tutt’ora continua gli studi. Si è perfezionato nel repertorio timpanistico sotto la guida di D. Fiorin, timpanista presso il teatro “La Fenice” di Venezia. Ha frequentato corsi di perfezionamento e masterclass in Italia e all’estero sotto la guida di maestri quali J. Bogolin , S. Klavzar, F. Bombardieri.

Ha collaborato e collabora con diverse realtà bandistiche regionali, ensemble e orchestre quali l’Orchestra Sinfonica Thomas Schippers, la Quarta 4 Länder Jugendphilarmonie (AU) e l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, suonando sotto la guida di direttori quali F. M. Bressan, F. Cesarini, C. Eberle, J. Stert, W. Themel.

Ha suonato in qualità di solista od orchestrale in Italia, Austria, Croazia, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Slovenia e Svizzera.

È attualmente insegnante di percussioni presso la Scuola di Musica Euritmia di Povoletto e la scuola elementare di Faedis. Collabora con associazioni culturali regionali; è inoltre iscritto all’Università degli Studi di Trieste presso la facoltà di Fisica, con specializzazione in Astrofisica e Cosmologia. Ha ottenuto la maturità scientifica con il massimo dei voti, ed è laureato in Fisica con votazione 109/110.

Come altri titoli si ricorda la vincita, assieme ad alcuni colleghi, di concorsi di letteratura quali il “Premio Terzani” (Udine, 2012) e i “Colloqui Fiorentini” (Firenze, 2013).