Categoria: Eventi (Pagina 1 di 7)

¡Mandi! Omaggio a José Bragato

L’Orchestra Filarmonici Friulani si cala nuovamente nelle atmosfere della musica classica sudamericana e presenta un programma-omaggio alla scrittura musicale di José Bragato, udinese di nascita, compositore, direttore d’orchestra, arrangiatore, archivista musicale, violoncellista principale dell’orchestra del Teatro Colón di Buenos Aires, in Argentina, e a lungo collaboratore di Astor Piazzolla. Al pianoforte il Maestro Andrea Boscutti, classe 1988, già vincitore e finalista di numerose competizioni pianistiche internazionali.

Due gli appuntamenti in programma: 6 luglio, alle ore 21.00, alla Chiesetta di Santa Maria del Mare di Lignano Sabbiadoro per la rassegna “Notti di mezza estate” e il 9 luglio, sempre alle ore 21.00, a Spazio Venezia, viale Venezia, Udine.
INGRESSO LIBERO
prenotazione consigliata.

J. Bragato, Pequeña Suite Paraguaya y Correntin
I. Campanas de La Encarnacion
II. Polca para mi muñeca
III. Serenata en Corrientes (Chamamé)
IV. Techegau (Saudade) – Nostalgia

J. Bragato, A Mauricio 

G. López-Gavilán, Variaciones “Cumbanchero”

J. Bragato, Tres movimientos porteños
I. Popular
II. Romántico
III. Culto

H. Villa-Lobos, Bachianas Brasileiras n. 5 “Aria”

J. Bragato, Aires de milonga

Un viaggio musicale nell’America Latina, dalle suggestioni caraibiche del cubano Guido López-Gavilán, dall’inesauribile fascino ritmico, fino alla malinconica saudade del brasiliano Heitor Villa-Lobos, di cui verrà eseguito un toccante omaggio alla figura di Johann Sebastian Bach. Filo conduttore del programma è la musica di José Bragato, violoncellista udinese emigrato in Argentina e reso celebre dalle innumerevoli collaborazioni con Astor Piazzolla.

Suoni romantici a San Vito al Tagliamento e Pordenone

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, l’Accademia d’Archi Arrigoni e l’Orchestra San Marco inaugurano nell’estate 2021 una importante collaborazione musicale che lega e intreccia le strade di tre realtà affermate sul territorio Regionale. Inaugura la collaborazione il concerto “Suoni Romantici” in programma a San Vito al Tagliamento e a Pordenone.

SUONI ROMANTICI
Orchestra Filarmonici Friulani
Accademia d’Archi Arrigoni
Orchestra San Marco
Alessio Venier, direttore
Chiara Bleve, pianoforte

Giovedì 24 giugno 2021 | Ore 20.00
Auditorium Concordia, San Vito al Tagliamento
INGRESSO LIBERO
Prenotazioni: info.accademiadarchiarrigoni@gmail.com

Venerdì 25 giugno 2021 | Ore 20.00
Parco San Valentino, Pordenone
INGRESSO LIBERO
Prenotazioni: concertiocsm@gmail.com
sms/whatsapp 333 3015009

Programma

F. Chopin, Concerto per pianoforte n. 2 

B. Bartók, Rumänische Volkstänze 

W.A. Mozart, Divertimento K 136

G. Holst, Saint Paul’s Suite

Notti di mezza estate, 29 luglio-3 agosto a Lignano Sabbiadoro

Sei serate dedicate alla musica, al teatro e all’arte nella suggestiva cornice della pineta della Chiesetta di Santa Maria del Mare. Notti di mezza estate è la nuova rassegna promossa dal Comune di Lignano Sabbiadoro insieme all’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani che va ad arricchire la proposta culturale della città con nomi noti e talenti emergenti del territorio e non soltanto. 

Tre le serate delle quali sarà protagonista la musica con l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani insieme anche al divulgatore scientifico Luca Mercalli. Altrettante quelle dedicate a teatro, arte e letteratura con don Alessio Geretti insieme all’attore Massimo Somaglino, al Teatro Incerto con Angelo Floramo e allo storico dell’arte e critico Vittorio Sgarbi. 

Come riassume Ada Iuri, Assessore alla Cultura, “pensando alle giornate di sole di Lignano Sabbiadoro, si è voluto pensare a una serie di appuntamenti che regalino al cuore delle persone momenti di dolcezza, di riflessione, di serenità, di fiducia, quasi di preghiera per vivere meglio il tempo personale e condiviso.”

29 giugno – ore 21.00
Insolita Classica
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani | Orchestra San Marco | Accademia d’Archi Arrigoni
Sax soprano: Alex Sebastianutto

6 luglio – ore 21.00
¡Mandi!
Omaggio a José Bragato
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani

16 luglio – ore 21.00
Su Dante, riflessioni e letture dalla divina commedia
con don Alessio Geretti e Massimo Somaglino

23 luglio – ore 19.30
Stagioni – Ieri, oggi, domani
Orchestra in Miniatura
Concerto narrato con Luca Mercalli
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani

29 luglio – ore 21.00
Guarnerius
di e con Fabiano Fantini, Elvio Scruzzi e Claudio Moretti (Teatro Incerto) e Angelo Floramo
Spettacolo teatrale in lingua friulana e italiana

3 agosto – ore 21.00
 “Il bene e il male – Dio, Arte e Scienza” 
Vittorio Sgarbi dialoga con don Alessio Geretti

INGRESSO LIBERO

Prenotazione consigliata utilizzando l’app EILO (disponibile gratuitamente per iOS e Android), oppure collegandosi a https://goeilo.web.app/, oppure scrivendo un’email a prenotazioni@eilo.it

Insolita classica con Alex Sebastianutto

L’Orchestra Filarmonici Friulani, l’Accademia d’Archi Arrigoni e l’Orchestra San Marco insieme per due concerti che esplorano il repertorio per sax soprano e orchestra. Solista è Alex Sebastianutto, esibitosi con numerosi ensemble in Italia e all’estero. Insolita classica sarà in scena il 29 giugno alle ore 21.00 nella Chiesetta di Santa Maria di Mare a Lignano Sabbiadoro per la rassegna “Notti di mezza estate” e il 2 luglio sempre alle ore 21.00 nella Chiesa di San Domenico a Udine.

INGRESSO LIBERO
Fino ad esaurimento posti, prenotazione consigliata.

In caso di difficoltà, contattaci all’indirizzo email biglietteria@filarmonicifriulani.com

PROGRAMMA

B. Bartók, Rumänische Volkstänze 
I. Jocul cu bâtă
II. Brâul
III. Pe loc
IV. Buciumeana
V. Poarga Românească
VI. Mărunțel

W.A. Mozart, Divertimento K 136
I. Allegro
II. Andante
III. Presto

G. Holst, Saint Paul’s Suite
I. Jig – Vivace
II. Ostinato – Presto
III. Intermezzo – Andante con moto
IV. Finale (The Dargason) – Allegro

S. Zalambani, Nostalgia del presente

J.-D. Michat, Songbook
I. Prélude
II. Orientale
III. Spleen
IV. Blokus
V. Noël 1991
VI. Chaud devant!

Il programma presenta un insolito accostamento tra l’orchestra d’archi, compagine classica per eccellenza, e il sassofono soprano, strumento tradizionalmente legato a linguaggi diversi e moderni. Il repertorio d’insieme è in realtà vivo e interessante, come dimostrato dalla Suite di Jean-Denis Michat che accosta, in una scrittura frizzante e innovativa, linguaggi e stili completamente diversi, dall’improvvisazione di stampo orientale fino alla valse-musette francese e alla musica zigana. Completa il programma una scelta di brani per soli archi caratterizzati dalla leggerezza e dalla dimensione della danza e del divertimento, provenienti da diversi paesi europei (Ungheria, Romania, Austria, Regno Unito).

alex sebastianutto insolita classica

ALEX SEBASTIANUTTO

Solista, camerista e didatta, è uno dei saxofonisti italiani più importanti della sua generazione. È membro del MAC Saxophone Quartet, con cui svolge un’intensa attività concertistica e didattica in Italia ed all’estero. Si diploma in saxofono con il massimo dei voti al Conservatorio ‘J. Tomadini di Udine ed in seguito consegue il master in “Didattica della musica”, “Musica da Camera” e “Saxofono” con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio ‘G. Frescobaldi’ di Ferrara sotto la guida del m° Marco Gerboni. Si perfeziona con diversi docenti di fama internazionale, tra i quali il m° Jean Marie Londeix presso il Conservatorio ‘G. Verdi’ di Milano. 

È vincitore del 1° Premio in 12 Concorsi Nazionali ed Internazionali. Si è esibito in prestigiosi festival in Italia ed all’estero e ha collaborato con numerose orchestre sotto la guida di direttori quali Enrico Bronzi, Daniel Oren e Wayne Marshall. Come solista si è esibito con: “Orchestra I Virtuosi d’Aquileia”; “Orchestra dell’Accademia d’Archi Arrigoni”; “FVG Mitteleuropa Orchestra”; “FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana” e con ulteriori orchestre a fiato e formazioni cameristiche. Al suo attivo ha diverse registrazioni televisive, radiofoniche e discografiche. È artista Selmer, D’Addario e LeFreque.

Il concerto a Udine è inserito nella Stagione Diffusa 2021/2022 – Orchestra in Città, ed è realizzato con il sostegno di Regioni Friuli Venezia Giulia, Giovani FVG e Comune di Udine.

Concerto sulla vetta del Matajur

La sezione CAI Val Natisone, in occasione del Cinquantesimo anniversario di fondazione organizza un
concerto sulla vetta del Monte Matajur, proponendo l’esibizione del Quartetto d’archi dei Filarmonici Friulani.
Un evento speciale per un anniversario importante sulla montagna simbolo delle Valli, meta di escursioni per
molti soci e simpatizzanti. Un momento d’incontro sobrio, rispettoso dell’ambiente, in un clima di amicizia e
serenità, valori che appartengono agli amanti della montagna e al Club Alpino Italiano.

L’ ingresso è gratuito con obbligo di prenotazione.

Per agevolare l’accesso del pubblico all’area del concerto sarà predisposta, presso il Rifugio Pelizzo, la
verifica delle prenotazioni e la registrazione dei partecipanti che raggiungeranno in autonomia la vetta.


MODALITÀ DI ACCESSO
Prenotazione obbligatoria entro le 19.00 del giorno precedente all’evento.
Inviare una mail a concerto.matajur@gmail.com, indicando il proprio/i nominativo/i (specificare se
conviventi) e contatto/i. I dati verranno conservati dal CAI Val Natisone per 15 giorni.

Registrazione presso il rifugio Pelizzo e consegna pass/biglietto dalle ore 16.45 alle ore 18.00.
Vi chiediamo di:

  • portare la conferma della prenotazione (cartacea o tramite dispositivo)
  • rispettare gli orari indicati per la registrazione presso il rifugio Pelizzo
  • segnalare eventuali rinunce di prenotazione entro le ore 19.00 del giorno precedente allo spettacolo.

Anche durante le attività all’aperto è necessario garantire il rispetto delle norme per la prevenzione del
contagio da COVID-19.

Per accedere al concerto è obbligatorio: indossare la mascherina, entrare uno alla volta aspettando con
ordine il proprio turno, igienizzarsi le mani con gli appositi prodotti e farsi misurare la temperatura, rispettare
le distanze di sicurezza sedendo nei posti indicati e uscire con ordine
Durante l’esibizione è vietato consumare cibi e bevande. Sarà possibile un simbolico brindisi a fine
concerto solo ed esclusivamente con bibite e bicchieri personali.

In caso di maltempo l’evento verrà rinviato a martedì 22 giugno con lo stesso orario.
Si consiglia plaid o cuscino per sedersi sull’erba
Si invita a visionare il sito www.cai.valnatisone@libero.it per seguire eventuali aggiornamenti
comunicazioni sulle modalità di accesso allo spettacolo e sull’eventuale spostamento o annullamento.

Masterclass di timpani e percussioni

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, in collaborazione con la Scuola di musica di Mortegliano e il Comune di Mortegliano e con il sostegno di Regione FVG e Giovani FVG organizza una masterclass di timpani e percussioni rivolta a giovani musicisti under 35 con i timpanisti dell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Dimitri Fiorin e Barbara Tomasin.

La masterclass si svolgerà a Mortegliano (UD) dal 12 al 18 luglio 2021, compresi due concerti e prevede l’approfondimento dei principali metodi usati nelle scuole di musica e Conservatori, lo studio del repertorio orchestrale e della musica d’insieme per percussione. 

A chi si rivolge: 

  • timpanisti e percussionisti under 35;
  • studenti iscritti al 4°, 5° anno dei licei musicali; 
  • oppure ai corsi accademici dei Conservatori;
  • oppure già in possesso di diploma accademico di I, II livello o vecchio ordinamento.

Fino a un massimo di 15 partecipanti, di cui 5 riservati ai componenti dell’organico dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani.

Docenti: Dimitri Fiorin, Barbara Tomasin

Selezione: i docenti si riservano di selezionare i candidati in base al loro curriculum artistico.

Date: dal 12 al 18 luglio 2021 con due concerti 17 luglio (Mortegliano) e 18 luglio (Udine)

Scadenza Domande: 30 giugno 2021

Dove: Villa dei Conti di Varmo, Via Cavour, 58, Mortegliano (UD).

Quote: Tassa individuale di iscrizione alla masterclass (non rimborsabile, da versarsi entro 3 giorni dalla comunicazione di ammissione e compresivi di quota associativa per l’anno 2021): € 150,00.

Note: Emergenza Covid-19: In conformità con le normative vigenti e nel pieno rispetto delle indicazioni di legge, si prevede che le lezioni del corso di perfezionamento si terranno in presenza presso la Villa dei Conti di Varmo a Mortegliano (UD)

masterclass percussioni filarmonici friulani

Masterclass con Marco Fiorini e Giuseppe Barutti

Da giovedì 3 a domenica 6 giugno 2021 il Teatro Palamostre di Udine ospiterà la masterclass di formazione orchestrale (sez. archi) organizzata e promossa dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani. Docenti dell’appuntamento formativo, riservato ai musicisti dell’ensemble, saranno Marco Fiorini, già Primo Violino Solista dell’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, e Giuseppe Barutti, primo violoncello dei Solisti Veneti.

Programma:

  • A. von Webern, Langsamer Satz
  • D. Shostakovich, Quartetto n. 8
  • O. Respighi, Antiche arie e danze per liuto

La masterclass è organizzata dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani con il sostegno di Regione FVG e Giovani FVG. A conclusione del corso, sarà realizzata una registrazione a cura d Stefano Amerio di Artesuono che terrà anche un workshop di formazione con l’associazione Un Blanc un Neri di Gemona del Friuli con l’obiettivo di ampliare l’attività divulgativa ed educativa dell’OFF.

Marco Fiorini – Violino

Marco Fiorini ha iniziato lo studio del violino con la madre Montserrat Cervera e si è diplomato sotto la guida di Mila Costisella presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma nel 1988 con il massimo dei voti e la lode. Si è successivamente perfezionato in violino con Pavel Vernikov, Zinaida Gilels e Eugenia Chugajeva a Portogruaro e Vienna, in quartetto con Piero Farulli, Raphael Hillier e Sadao Harada.Da allora è impegnato in un’intensa attività concertistica che lo ha portato a suonare per importanti Istituzioni quali l’Accademia S. Cecilia e la IUC a Roma, La Filarmonica di S. Pietroburgo, Milanomusica, il Teatro La Fenice, il Teatro S. Carlo e l’Ass. Scarlatti a Napoli, e a collaborazioni cameristiche con musicisti di fama quali Myung-Wung Chung, Alexander Lonquich, Michele Campanella, David Geringas, Mario Brunello, Boris Petruschansky, Antony Pay e Veronica Hagen.

Primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia dal 1996 al 2006, ha suonato con illustri direttori ( Chung, Maazel, Pretre, Sawallisch, Temirkanov, Tate, Dutoit, Fruhbeck de Burgos), ha effettuato numerose tournées in Europa, Giappone, Corea e Cina, ha interpretato i più noti “a solo” di Strauss, Bach, Beethoven, Tschaikowsky e Rimsky-Korsakov ed ha inciso per Deutsche Gramophone, Musicom ed EMI.

Sempre in tale ruolo ha collaborato tra le altre con l’Orchestra della Scala di Milano, la Symphonica Toscanini, l’Orchestra da Camera di Losanna, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e l’Orchestra Sinfonica di Roma.

Su invito di Dmitri Sitkovetsky ha collaborato come spalla con i New European Strings, una compagine selezionata che riunisce alcune fra le migliori prime parti d’Europa.

Appassionato camerista, nel 1995 ha fondato il Quartetto di Roma che, subito premiato al XV Concorso Internazionale di Trapani, svolge un’intensa attività concertistica in Italia, Spagna, Olanda, Norvegia, Turchia, Egitto, Estremo Oriente e soprattutto in Germania dove, ospite regolare dal 1999, è sempre accolto con entusiasmo da pubblico e critica. Di rilievo i recenti recitals tenuti alla Filarmonica di Berlino ed al Palazzo Reale di Madrid (quest’ultimo sugli Stradivari della collezione reale) con i quali il Quartetto ha celebrato i 15 anni di attività. Particolarmente apprezzati dalla critica sia tedesca che italiana le registrazioni dei quintetti per clarinetto ed archi di Reger e Marteau (Naxos) e Mozart e Brahms (Bottega Discantica), come anche l’integrale per quartetto di Verdi e Puccini (Bottega Discantica); di recente pubblicazione un CD dedicato a Mendelssohn (op.13 e op.81) per Bottega Discantica. E’ stato ospite dei Festivals di Spoleto, Orlando (Olanda), Neuschwanstein e Augsburg (Germania).Come primo violino del Quartetto Prometeo Marco Fiorini ha suonato in Inghilterra, Svizzera, Germania, Spagna ed Armenia ed ai Festivals di Ravenna e Ravello.

Ha inoltre registrato per RAI, Radio Nacional de Espana, Catalunya Radio, Ermitage, Frequenz e Musikstrasse, RadioSvizzeraItaliana, Bayerischer Rundfunk.Tra i suoi impegni solistici da notare la sua presenza al Festival Casals in Spagna e le recenti interpretazioni del concerto di Beethoven al Parco della Musica di Roma e del Concerto Gregoriano di Respighi con l’Orchestra Sinfonica di Roma.

Tiene corsi di perfezionamento e masterclasses di violino, musica da camera ed orchestra, anche in veste di direttore, sia in Italia che all’estero  e cura la rubrica sulla tecnica strumentale per la rivista specializzata Archi Magazine. Da Novembre 2014 è docente ai Corsi di Perfezionamento di violino presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Giuseppe Barutti – Violoncello

Violoncellista veneziano, è considerato tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani. È stato indicato da Lorin Mazel come uno dei grandi talenti del violoncello per l’alta qualità delle sue interpretazioni e l’unicità della voce conferita al suo strumento. Ha debuttato a undici anni, vincendo il primo premio al Concorso di Violoncello di Vittorio Veneto e in seguito al Concorso di Biella, riconfermando poi in altre tre edizioni il primo premio con menzione onorevole della Giuria.

Si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio Benedetto Marcello con A. Vendramelli. Si è perfezionato con F. Rossi, violoncellista del celeberrimo Quartetto Italiano e con A. Janigro, mentre prezioso è stato il contatto con S. Celibidache. Appena ventenne ha ottenuto il ruolo di primo violoncello al Gran Teatro la Fenice di Venezia e in seguito è stato invitato a collaborare con le più prestigiose formazioni sinfoniche italiane. Con grande successo di pubblico e di critica, si è esibito in concerti sia come solista (opere da J.S. Bach a Ligeti), sia con orchestra, in Italia e all’estero, curando anche il repertorio cameristico dal duo alle più svariate formazioni, a fianco di musicisti quali S. Accardo, M. Somenzi, B. Canino, A. Menuier, B. Giuranna, D. Bogdanovich, K. Bogino, P. Venikov, R. Rogoff, R. Filippini.

Ha collaborato con le più importanti formazioni internazionali, partecipando a tournée in tutto il mondo. Ha ricoperto il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano. È stato Primo violoncello e membro fondatore dell’Accademia Musicale di San Giorgio – Fondazione Cini, con la quale ha preso parte a concerti in prestigiosissime sedi concertistiche italiane ed europee, tra cui il Festival di Salisburgo, l’Unione Musicale di Torino, il Teatro La Fenice di Venezia.

Con i Cameristi ha realizzato importanti produzioni cameristiche, tra cui l’incisione dell’intera opera di J. Brahms, salutata dalla critica tedesca come vera rivelazione. Come solista e primo violoncello è stato invitato da C. Scimone a collaborare con i “Solisti Veneti”, con i quali è stato impegnato in tournée di successo in tutto il mondo, nell’ambito dei più rinomati Festival Musicali: a Vienna, New York, Tokio, Londra, Milano, Madrid, Boston, Salisburgo e in molte altri paesi e città. Incide per la Decca e la Erato.

II Concorso di Composizione “Filarmonici Friulani” 2021/2022

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani bandisce la seconda edizione del Concorso Biennale di Composizione “Filarmonici Friulani” – La Gnove Musiche/Musica per i giovani rivolto a compositori e compositrici con l’unico vincolo che non abbiano compiuto il 35esimo anno di età nella data di scadenza della call for scores (31/05/2021).

Il concorso si sviluppa in due fasi. Entro il 31 maggio 2021, è aperta una call for scores: i compositori e le compositrici che desiderano partecipazione potranno inviare 2 partiture a propria scelta, presentando così il proprio stile e identità musicali. La commissione selezionerà fino ad un massimo di 6 finalisti a cui verrà chiesto di comporre un’opera inedita ispirata liberamente alla figura di Astor Piazzolla a 100 anni dalla nascita.

Il brano vincitore verrà eseguito in prima assoluta dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani e al compositore verrà riconosciuto un premio di 500,00€ e la possibilità di pubblicare il brano con la A.Pagani Edizioni Musicali e Discografiche, mentre al secondo classificato verrà assegnato un premio di 200,00€ offerto dal Leo Club Udine.

Il concorso è promosso dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e di Giovani FVG, e con il supporto del Leo Club Udine.

SCARICA QUI IL BANDO DI CONCORSO

Concorso di Composizione: timeline

31 maggio 2021Scadenza per l’iscrizione e l’invio delle partiture
30 giugno 2021Comunicazione dei risultati della prima fase
31 ottobre 2021Scadenza per la presentazione degli elaborati finalisti
30 novembre 2021Comunicazione dei brani vincitori
gennaio/marzo 2022Concerto di premiazione

Informazioni utili:

  • La valutazione delle partiture per la prima fase del concorso è subordinata al versamento di una tassa di iscrizione di € 30,00 da versarsi tramite bonifico bancario intestato a “Orchestra giovanile Filarmonici Friulani – Impresa Sociale” (IBAN : IT31D0863763880025000081937), indicando come causale “Iscrizione al II concorso di composizione OFF – Nome e Cognome del candidato”.
  • I candidati potranno inviare le proprie partiture via email all’indirizzo concorso@filarmonicifriulani.com compreso di tutti gli allegati indicati nel bando, pena la mancata validità dell’iscrizione.

Per maggiori informazioni: concorso@filarmonicifriulani.com

concorso di composizione filarmonici friulani

“New Era”, disponibile il CD dell’Orchestra Filarmonici Friulani con l’U.S.C.F.

Oltre 180 musicisti, coristi e cantanti insieme per dare voce alla “Mass of the Children” di John Rutter. Nasce così “New Era”, il progetto musicale dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani e dell’Unione delle Società Corali Friulane che ha debuttato, con due date, durante le festività dello scorso anno al Teatro Nuovo Giovanni da Udine e nel Duomo di Palmanova.

Una produzione oceanica nel nome dell’armonia, della fratellanza e della collaborazione che ha visto ben quattro cori amatoriali (Coro Multifariam, Coro Iuvenes Harmoniae, Gruppo Vocale Polivoice e Coro Glemonensis), unirsi all’eccellenza del Piccolo Coro Artemìa di Torviscosa – cori preparati da Denis Monte –  e ai giovani musicisti dell’Orchestra Filarmonici Friulani con la direzione del Maestro Walter Themel per un concerto unico che oggi diventa un CD prodotto con il sostegno dell’USCI FVG.

Fiore all’occhiello della produzione, che ha visto l’esecuzione anche di brani di P.I. Tchaikovsky e J.S. Bach, la partecipazione di due solisti emergenti del territorio avviati a una brillante carriera: la soprano Elisa Verzier e il baritono Christian Federici, di recente tra i protagonisti dell’opera “Marino Faliero” al Teatro Donizetti di Bergamo (trasmessa in diretta su Rai5) e ormai prossimo al debutto alla Royal Opera House di Londra con Angelotti nella “Tosca” di Puccini.

22 – 12 – 2020 : Presentazione online del CD “New Era”

Intervengono:

  • Gabriele Bressan, Presidente dell’OFF
  • Federico Driussi, Presidente dell’USCF
  • Alessio Venier, Direttore artistico dell’OFF
  • Andrea Venturini, Direttore artistico dell’USCF
  • M° Walter Themel
  • Fabrizio Cigolot, Assessore alla Cultura del Comune di Udine

Per richiedere il CD scriveteci a info@filarmonicifriulani.com
oppure trovate una copia gratuitamente presso la LIBRERIA TARANTOLA, via Vittorio Veneto 20, Udine

Ottimizzazione e mastering a cura di Andrea Fontana.
Progetto grafico realizzato da Francesco Piazza.

Un ringraziamento speciale a Denis Monte, e ai maestri e i coristi di tutte i cori coinvolti: Michele Gallas per il Coro Multifariam – RUDA – UD, Barbara Di Bert per il Gruppo vocale femminile Polivoice, Eleonora Petri per il coro Iuvenes Harmoniae, Gabriele Bressan per il Coro Glemonensis.
CD realizzato con il sostegno dell’USCI FVG.

Suoni d’acqua: 24 ottobre al Teatro della Corte di Osoppo

Stagione METAMORPHOSIS 2019/2020

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Flauto Maria Lincetto
Oboe Gabriele Bressan
Clarinetto Giacomo Cozzi
Fagotto Alessandro Bressan
Corno Stefano Brusini
Violino I Alessio Venier
Violino II Enrica Matellon
Viola Arianna Ciommiento
Violoncello Chiara Trentin
Contrabbasso Marcello Bon
Percussioni Aaron Collavini

PROGRAMMA

G.F. Haendel, Water Music

F. Mendelssohn, Die Hebriden 

F. Chopin, Prélude op. 28 n. 5 “Goccia d’acqua”

B. Smetana, Die Moldau 

Sabato 24 ottobre – Ore 20.45 – Teatro della Corte di Osoppo

INGRESSO LIBERO

Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@filarmonicifriulani.com

Il concerto è realizzato con il contributo di Regione FVG, Giovani FVG, Fondazione Friuli, Comunità Collinare; con il patrocinio del Comune di Osoppo e in collaborazione con l’associazione Anà-thema Teatro.

Suoni d’acqua: note al programma

Il programma scelto è imperniato sul tema dell’acqua, elemento generatore della vita e di cui il territorio friulano presenta numerose sfaccettature, dal mare fino ai ghiacciai delle Giulie, attraverso paesaggi rocciosi, fiumi, forre, grotte e risorgive. Attraverso delle trascrizioni per orchestra da camera, eseguibili quindi anche in spazi piccoli ottemperando alle norme di distanziamento, verranno proposti dei capisaldi della letteratura musicale classica che possano fornire una panoramica quanto più possibile ampia delle infinite forme in cui l’acqua plasma e vivifica il mondo. 

Apre il concerto una selezione di movimenti dalle celebri suite di Georg Friedrich Händel raccolte sotto il titolo di Water Music, “Musica sull’acqua”. Commissionate da re Giorgio I d’Inghilterra nel 1717, furono eseguite su una chiatta ormeggiata sul Tamigi, riscuotendo un successo tale da dover essere replicate tre volte nel corso della serata. 

Si prosegue poi con l’ouverture da concerto La grotta di Fingal di Felix Mendelssohn, scritta nel 1829 dopo un viaggio nelle isole Ebridi, in Scozia. Il brano descrive l’incessante lavoro del mare, che ha creato la grotta che dà il titolo all’ouverture, una delle più spettacolari al mondo per le sue imponenti pareti di basalto a picco sul mare. 

A seguire, uno dei più celebri Preludi di Chopin, sottotitolato “la goccia d’acqua” per l’incessante presenza di una singola nota che viene ribadita nel corso di tutto il pezzo come accompagnamento. 

Il programma si conclude con uno dei più famosi poemi sinfonici di tutti i tempi, La Moldava di Bedřich Smetana, che descrive in musica il percorso del fiume più importante della Boemia, a partire dalle sorgenti e attraverso le rapide, in mezzo a scene di caccia nei boschi e delicati chiari di luna fino al trionfale ingresso nella città di Praga.

« Articoli meno recenti