Categoria: Eventi (Pagina 1 di 6)

Suoni d’acqua: 24 ottobre al Teatro della Corte di Osoppo

Stagione METAMORPHOSIS 2019/2020

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Flauto Maria Lincetto
Oboe Gabriele Bressan
Clarinetto Giacomo Cozzi
Fagotto Alessandro Bressan
Corno Stefano Brusini
Violino I Alessio Venier
Violino II Enrica Matellon
Viola Arianna Ciommiento
Violoncello Chiara Trentin
Contrabbasso Marcello Bon
Percussioni Aaron Collavini

PROGRAMMA

G.F. Haendel, Water Music

F. Mendelssohn, Die Hebriden 

F. Chopin, Prélude op. 28 n. 5 “Goccia d’acqua”

B. Smetana, Die Moldau 

Sabato 24 ottobre – Ore 20.45 – Teatro della Corte di Osoppo

INGRESSO LIBERO

Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@filarmonicifriulani.com

Il concerto è realizzato con il contributo di Regione FVG, Giovani FVG, Fondazione Friuli, Comunità Collinare; con il patrocinio del Comune di Osoppo e in collaborazione con l’associazione Anà-thema Teatro.

Suoni d’acqua: note al programma

Il programma scelto è imperniato sul tema dell’acqua, elemento generatore della vita e di cui il territorio friulano presenta numerose sfaccettature, dal mare fino ai ghiacciai delle Giulie, attraverso paesaggi rocciosi, fiumi, forre, grotte e risorgive. Attraverso delle trascrizioni per orchestra da camera, eseguibili quindi anche in spazi piccoli ottemperando alle norme di distanziamento, verranno proposti dei capisaldi della letteratura musicale classica che possano fornire una panoramica quanto più possibile ampia delle infinite forme in cui l’acqua plasma e vivifica il mondo. 

Apre il concerto una selezione di movimenti dalle celebri suite di Georg Friedrich Händel raccolte sotto il titolo di Water Music, “Musica sull’acqua”. Commissionate da re Giorgio I d’Inghilterra nel 1717, furono eseguite su una chiatta ormeggiata sul Tamigi, riscuotendo un successo tale da dover essere replicate tre volte nel corso della serata. 

Si prosegue poi con l’ouverture da concerto La grotta di Fingal di Felix Mendelssohn, scritta nel 1829 dopo un viaggio nelle isole Ebridi, in Scozia. Il brano descrive l’incessante lavoro del mare, che ha creato la grotta che dà il titolo all’ouverture, una delle più spettacolari al mondo per le sue imponenti pareti di basalto a picco sul mare. 

A seguire, uno dei più celebri Preludi di Chopin, sottotitolato “la goccia d’acqua” per l’incessante presenza di una singola nota che viene ribadita nel corso di tutto il pezzo come accompagnamento. 

Il programma si conclude con uno dei più famosi poemi sinfonici di tutti i tempi, La Moldava di Bedřich Smetana, che descrive in musica il percorso del fiume più importante della Boemia, a partire dalle sorgenti e attraverso le rapide, in mezzo a scene di caccia nei boschi e delicati chiari di luna fino al trionfale ingresso nella città di Praga.

Suoni d’acqua: 10 ottobre alle Grotte di Villanova

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Flauto Maria Lincetto
Oboe Gabriele Bressan
Clarinetto Giacomo Cozzi
Fagotto Alessandro Bressan
Corno Stefano Brusini
Violino I Alessio Venier
Violino II Enrica Matellon
Viola Arianna Ciommiento
Violoncello Chiara Trentin
Contrabbasso Marcello Bon
Percussioni Aaron Collavini

PROGRAMMA

F. Mendelssohn, Die Hebriden 

F. Chopin, Prélude op. 28 n. 5 “Goccia d’acqua”

B. Smetana, Die Moldau 

 Intermezzi: improvvisazioni con water percussion

Sabato 10 ottobre – Ore 11.00 – Grotte di Villanova

Il concerto si svolgerà presso la Grotta Nuova di Villanova ed è organizzato per i festeggiamenti del 95° anniversario della scoperta della Grotta Nuova e del passaggio, per la prima volta nella storia, del Giro d’Italia nell’Alta Val Torre.

INGRESSO LIBERO SOLO SU INVITO

Suoni d’acqua: note al programma

Il concerto verrà eseguito dall’ ORCHESTRA GIOVANILE FILARMONICI FRIULANI, per l’occasione composta da un percussionista e doppio quintetto (flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno, violini, viola, violoncello e contrabbasso).

Il programma scelto è imperniato sul tema dell’acqua, elemento che ha creato l’ambiente in cui verrà eseguito il concerto. Attraverso delle trascrizioni per orchestra da camera verranno proposti dei capisaldi della letteratura musicale classica, a partire dall’ouverture “La grotta di Fingal” di Felix Mendelssohn , scritta dopo un viaggio nelle isole Ebridi, in Scozia.  Il brano descrive l’incessante lavoro del mare, che ha creato la grotta e che dà il titolo all’ouverture, una delle più spettacolari al mondo. 

Si prosegue poi con uno dei più celebri Preludi di Fryderyk Chopin, sottotitolato “La goccia d’acqua” per l’incessante presenza di una singola nota che viene ribadita nel corso di tutto il pezzo come accompagnamento. 

Il programma si conclude con uno dei più famosi poemi sinfonici di tutti i tempi,   La Moldavadi Bedrich Smetana, che descrive musicalmente il percorso del fiume più importante della Boemia, a partire dalle sorgenti e attraverso le rapide, in mezzo a scene di caccia nei boschi e delicati chiari di luna fino al trionfale ingresso nella città di Praga.

I tre brani saranno collegati tra di loro dalle improvvisazioni di un percussionista che, attraverso la tecnica della water percussion, suonerà di fatto la grotta stessa, servendosi delle mani o di strumenti classici immersi nell’acqua e suonati in modi non convenzionali, con un effetto di sicuro coinvolgimento per il pubblico. 

Il concerto avrà una durata di circa 40 minuti.

Informazioni:

eventi@grottedivillanova.it

Cell. Tiziana +39 347 883 05 90 – Reception Grotte +39 320 455 45 97

Filarmonici Friulani & Giada Visentin in concerto nella Basilica di Aquileia

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Direttore: Maurizio Zaccaria
Violino: Giada Visentin

PROGRAMMA

L. Boccherini, Sinfonia in Re magg. G490 
W. A. Mozart, Concerto No 2 per violino e orchestra

***

F. Schubert, Sinfonia No 5 D485

Domenica 11 ottobre – Ore 20.30 – Basilica di Aquileia

INGRESSO LIBERO
Prenotazione obbligatoria scrivendo all’indirizzo email vocididonnamonfalcone@gmail.com oppure su WhatsApp al numero +39 3396158668

Il concerto è organizzato in collaborazione con l’Associazione Voci di Donna di Monfalcone e inserito nel programma della sesta edizione dei Concerti di Santa Cecilia. E’ realizzato, inoltre, con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, GiovaniFVG e Fondazione Friuli.

locandina concerto con giada visentin

Giada Visentin

Nata nel 1998, si è diplomata nel 2017 al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste  con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore sotto la guida del M° Gian carlo Nadai e nel 2019 ha concluso il Biennio Specialistico sempre con lode e  menzione presso il medesimo Conservatorio con il M° Massimo Belli.  Ha vinto numerosi Concorsi nazionali ed internazionali tra cui il “Concorso  Nazionale di Esecuzione Musicale Città di Piove di Sacco” (PD), il “Concorso  Internazionale di Esecuzione Pianistica e Violinistica” di Schio (VI) , il “Con corso Internazionale Giovani Musicisti” di Treviso e il Premio “Lilian Caraian”  di Trieste.  

Ha tenuto diversi concerti anche in qualità di solista e spalla per prestigiose isti tuzioni musicali in Italia all’estero come I Solisti Veneti, la Nuova Orchestra da  Camera “Ferruccio Busoni” e l’Orchestra Cantelli.   Si è perfezionata con il M° Renato Zanettovich ed ha partecipato a numerose  masterclass con docenti tra cui i Maestri Lucio Degani, Sonig Tchakerian, Carlo  Fabiano, Philippe Entremont, Alberto Martini, Maurizio Sciarretta e Zakhar  Bron. 

Nel 2015 è stata selezionata per partecipare all’Accademia dei Solisti Veneti di retta dal M° Claudio Scimone e ha vinto una borsa di studio assegnatale dal Ro tary Club di Padova come migliore allieva.  Nel 2017 ha debuttato alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice con il Concerto  di Mozart in Sol maggiore KV 216.  Nel 2018 ha partecipato ad una tournée organizzata dal CIDIM come solista con  la Nuova Orchestra da Camera “F. Busoni” con la quale ha anche inciso per  Bam Music i 6 Concerti Grossi di Giulio Meneghini (1741-1824). Nell’estate 2018 e 2019 ha ricevuto il Diploma di Merito ai corsi di perfeziona mento all’Accademia Chigiana di Siena tenuti dal M° Salvatore Accardo e sotto  la sua guida, dal 2018, frequenta il corso di alto perfezionamento all’Accademia  “Walter Stauffer” di Cremona.  Nel 2019 è stata selezionata tra i 3 finalisti alla XIV edizione del Premio Nazio nale delle Arti, organizzato dal Miur. 

Dal 2019 studia all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma con il  M°Sonig Tchakerian. Ha recentemente debuttato alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano per le  “Serate Musicali” con il Concerto di Mozart in Re maggiore KV211.

Percoto Canta 2020, sabato 3 ottobre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

PERCOTO CANTA 2020
Special edition
Sabato 3 ottobre – Ore 21.00
Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Per il secondo anno consecutivo, si conferma la collaborazione tra l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani e Percoto Canta, l’ormai storica rassegna per giovani cantanti. Sarà un’edizione del tutto particolare, quella del 2020, per il concorso canoro nazionale Percoto Canta. Nelle scorse settimane l’Associazione Culturale Musicale organizzatrice della rassegna ha comunicato l’intenzione a non indire, come di consueto, il concorso di canto, questo per garantire la sicurezza a tutti, dai concorrenti, ai giurati – provenienti da tutta Italia – e agli addetti ai lavori. Questo non impedirà agli affezionati della manifestazione, giunta alla 33° edizione, di vivere comunque un grande appuntamento musicale, con la serata di gala intitolata “Percoto Canta 2020 – Special Edition”, in programma il prossimo sabato 3 ottobre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, con inizio alle 21.00

Percoto canta 2020

Nel corso della serata si alterneranno sul palco esibizioni di alcuni artisti di livello nazionale, oltre a numerosi giovani talenti che in passato hanno calcato il palco di Percoto Canta, facendosi successivamente conoscere anche al grande pubblico mediante la partecipazione ad altre importanti kermesse di canto, talent show, concorsi e programmi televisivi come “Amici”, “Area Sanremo”, “Io canto”, “Festival di Castrocaro”, “The Voice”, “Ti lascio una canzone”, Italia’s Got Talent”, “Tu si que vales”, “Sanremo giovani”, All Together Now, tra gli altri. Ospiti di punta dell’evento saranno Rossana Casale, cantante e docente di canto con una lunga e meravigliosa carriera all’attivo che l’ha vista pubblicare ben 11 album in studio e ottenere moltissimi riconoscimenti. Per l’occasione l’artista salirà sul palco per proporre tre dei suoi successi: “Brividi”, “A che servono gli Dei” e “Terra”. Ospite di livello assoluto sarà poi Luca Colombo, chitarrista, didatta, arrangiatore, ha collaborato con moltissimi artisti tra cui Eros Ramazzotti, Nek, Max Pezzali, Marco Mengoni, Ultimo, Mango, Anna Oxa, Antonella Ruggiero, Umberto Tozzi, Loredana Bertè, Malika Ayane, solo per citarne alcuni. A completare la serata le esibizioni di Deborah e Nicole Manenti (vincitori Castrocaro 2019), Alice Spinetti (Amici), Alessia Gerardi (vincitrice Area Sanremo 2020), Valeria Crescenzi (X Factor), Roberta Natalini (Festival Show), Margherita Pettarin (Festival Show), Serena Rizzetto (Ti lascio una canzone), Margherita Pettarin (Festival Show), Federico Martello (All Together Now), Francesca Rimboldi (esperienze in musical a Londra), Elena e Mattia Marchesan (Castrocaro) e il coro Colori&Musica.

Ad accompagnare le esibizioni degli artisti ci sarà l’orchestra diretta dal M° Nevio Lestuzzi, arricchita dalla sezione archi de I Filarmonici Friulani. Anche per questa edizione la prestigiosa venue scelta per la serata finale sarà il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, visto l’ottima riuscita e la grande partecipazione di pubblico ottenuta nel 2019. La regia dell’evento sarà affidata a Luca Ferri di Anathema Teatro, media partner ufficiali Udinese TV Radio Gioconda. Come in passato, l’Associazione Percoto Canta si dimostra attenta anche a problematiche non propriamente legate alla musica; la serata del 3 ottobre sarà infatti anche un importante momento di sensibilizzazione sulla SLA, grazie alla collaborazione con AISLA Onlus, associazione italiana che si occupa di aiuto e sostegno alle persone ammalate di questa terribile malattia e alle loro famiglie.

Biglietti: 10€
In vendita su TicketOne e tutti i rivenditori autorizzati.

La Gnove Musiche: Filarmonici Friulani e Polifonico di Ruda il 27 settembre in Basilica di Aquileia

STAGIONE Metamorphosis

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Coro Polifonico di Ruda
Direttore: Maestro Walter Themel

Premiazione e prima esecuzione assoluta di “Seirenes” di Alessio Domini, brano vincitore del I Concorso di Composizione “Filarmonici Friulani”.

Domenica 27 settembre – Ore 20.45 – Basilica di Aquileia

In programma musiche di G. Plenizio e A. Domini. Il concerto conclude l’edizione 2020 dei Concerti in Basilica organizzati dalla Fondazione SoCoBa per la direzione artistica di Pierpaolo Gratton.

Il brano di Alessio Domini è stato capace di convincere la commissione per la cura e l’attenzione nella scrittura per coro e orchestra, mai semplicistica, ma anzi innovativa, interessante e con una notevole resa timbrica. “Il brano” aggiunge Fabiana Noro a nome della commissione “è risultato accattivante per alcuni valori aggiunti particolarmente attinenti allo spirito del concorso: primo fra tutti il riferimento al mondo rinascimentale, sviluppato non solo attraverso un testo di Leonardo da Vinci, ma anche grazie al fatto che il materiale musicale è interamente derivato da una danza cinquecentesca friulana raccolta e trascritta da Giorgio Mainerio. Completa il quadro l’interessante uso di testi in diverse lingue, dall’italiano leonardesco fino al greco antico (l’omerico canto delle Sirene, da cui il titolo) e al friulano: testi che conferiscono al pezzo un respiro ampio e sfaccettato, sia dal punto di vista spaziale che temporale.”

INGRESSO LIBERO
Prenotazione fortemente consigliata scrivendo a basilica.aquileia@virgilio.it

POSTI ESAURITI
Il concerto verrà trasmesso anche in diretta streaming a cui si può accedere cliccando qui.

locandina la gnove musiche

Estate 2020: Orchestra in Miniatura, rassegna di concerti narrati

Ludwig van Beethoven e Johannes Brahms come non li avete mai ascoltati.

“Orchestra in Miniatura” è la rassegna estiva promossa dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e dei Comuni di Udine e Gemona del Friuli che porta la musica orchestrale dei due grandi compositori sui territori, nei parchi, dove chiunque possa ascoltarla e apprezzarla.

Un percorso arricchito dalle letture sceniche di Riccardo Ricobello, giovanissimo attore e doppiatore friulano, e Angelo Floramo, autore, attore e consulente culturale – su testi originali elaborati da Francesco Anese e Alessandro Ricobello. “Orchestra in Miniatura” prevede otto concerti di cui cinque dedicati a Ludwig van Beethoven – nei 250 anni dalla nascita – con Riccardo Ricobello e tre dedicati a Brahms con Angelo Floramo. Nel primo caso, in programma la Sinfonia n.6 “Pastorale” del compositore di Bonn in un arrangiamento per sestetto d’archi, mentre nel secondo la Serenata Op. 11 di Brahms per nonetto.

Considerate, da un lato, le nuove normative di contrasto alla diffusione del Covid-19 e, dall’altro, la natura intrinsecamente orchestrale di tutte le attività dell’OFF, “Orchestra in Miniatura” porta sul palco il repertorio orchestrale riarrangiato per organici ridotti: un’orchestra per così dire “in miniatura”. Il fatto che, quest’anno, sia più difficile garantire la sicurezza dei musicisti all’interno di una grande orchestra non impedisce di divulgare la cultura della musica classica orchestrale. Il coinvolgimento, poi, di Ricobello e Floramo ha l’obiettivo di facilitare l’ascolto e renderlo comprensibile a tutti.

Del resto, i luoghi di “Orchestra in Miniatura” sono inediti: il Parco di Sant’Osvaldo, l’area verde della Chiesa di San Domenico e lo Spazio Venezia a Udine; il Castello, la Fontana di Silans e il Priorato di Santo Spirito di Ospedaletto a Gemona del Friuli, la Chiesa di San Giorgio a Lusevera, la Chiesa di Santa Maria del Mare a Lignano Sabbiadoro. L’orchestra, dunque, non è mai stata così vicina, accessibile e per tutti.

TUTTI I CONCERTI SONO A INGRESSO LIBERO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA UTILIZZANDO IL FORM SOTTOSTANTE.

Informazioni | info@filarmonicifriulani.com

BEETHOVEN_RICOBELLO
Sabato 4 luglio 2020 _ Ore 18.30
Chiesa di San Giorgio, Lusevera

BEETHOVEN_RICOBELLO
Venerdì 31 luglio 2020 _ Ore 21.00
Parco di Sant’Osvaldo, Udine
[In caso di maltempo, il concerto si svolgerà al chiuso, presso gli spazi all’interno del parco di Sant’Osvaldo]

BEETHOVEN_RICOBELLO – POSTI ESAURITI
Concerto all’alba
Domenica 2 agosto_Ore 6.30
Castello di Gemona del Friuli
[Nota bene: in questa occasione sarà possibile attrezzarsi autonomamente portando con sé una coperta o uno stuoino. Sarà presenti in loco un numero limitato di sedie.]

BEETHOVEN_RICOBELLO – POSTI ESAURITI
Giovedì 13 agosto 2020 _ Ore 20.30
Fontana di Silans, Borgo di Godo, Gemona del Friuli

BEETHOVEN_RICOBELLO
Venerdì 14 agosto 2020 _ Ore 21.00
Area verde Paolo De Rocco, San Domenico, Udine

BRAHMS_FLORAMO
Venerdì 11 settembre 2020 _ Ore 21.00
Spazio Venezia, via Stuparich 3, Udine

BRAHMS_FLORAMO
Lunedì 14 settembre 2020 _ Ore 21.00
Chiesa di Santa Maria del Mare, Lignano Sabbiadoro

BRAHMS_FLORAMO
Venerdì 18 settembre 2020_Ore 20.30
Priorato di Santo Spirito di Ospedaletto di Gemona del Friuli

Andrea Cesari e i Filarmonici Friulani: 27 luglio a Udine

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Corno: Andrea Cesari

Lunedì 27 luglio – Ore 21.00 – Loggia del Lionello Udine

Dalla collaborazione con Music System Italy, iniziativa della cooperativa SimulArte, nasce un appuntamento musicale che vede protagonista il cornista Andrea Cesari con l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani. Il concerto si svolgerà lunedì 27 luglio, alle ore 21.00, sotto la Loggia del Lionello di Udine ed è inserito nel cartellone di UdinEstate 2020, nonché anticipa la nuova stagione dell’Orchestra, sostenuta da Regione FVG e Fondazione Friuli.

INFO E PRENOTAZIONI: https://simularte.it/events/music-system-italy-andrea-cesari-filarmonici-friulani/ [Sold out]

andrea cesari e filarmonici friulani

Andrea Cesari è attualmente primo corno solista dell’Orchestre Philarmonique de Monte Carlo; ha ricoperto lo stesso ruolo dal 2009 al 2017 all’orchestra Haydn di Bolzano e Trento.
Si è diplomato col massimo dei voti nel 2004 presso il conservatorio G. B. Martini di Bologna e nel 2017 ha conseguito il Master Konzertfacht presso l’Università Mozarteum di Salisburgo (Austria) con R. Vlatkovic.
Vincitore del primo premio al Concorso Internazionale “Audimozart! 2008” per l’interpretazione dei concerti mozartiani, ha collaborato con diverse orchestre tra cui: Teatro San Carlo di Napoli, Filarmonica della Scala, orchestra Verdi di Milano, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Comunale di Bologna, l’orchestra del Tiroler Festspiele Erl (Austria), Japan Philarmonic Orchestra (Giappone).
Come solista si è già esibito con l’Orchestre de chambre de Montrèal (Canada), orchestra Haydn di Bolzano e Trento e l’orchestra del Tiroler Festspiele Erl riscuotendo grande successo di pubblico e critica giornalistica. In seguito al diploma si è perfezionato con G. Corti e L. Benucci in Italia e con D. Clevenger a Chicago (U.S.A.).

“Suite Parisienne”, il 27 marzo concerto a Codroipo

+++ CONCERTO ANNULLATO +++

STAGIONE 2019/2019 – Metamorphosis

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Direttore: Ferdinando Sulla
Arpa: Emanuela Battigelli

PROGRAMMA

C. Debussy, Sarabande (orch. Ravel)
M. Ravel, Pavane pour une infante défunte
C. Debussy, Danse sacrée et danse profane per arpa e archi

***
C. Debussy, Prélude à l’après-midi d’un faune
M. Ravel, Le Tombeau de Couperin

 Venerdì 27 marzo – Ore 20.45 – Teatro Benois De Cecco di Codroipo

Il programma esplora la produzione dei due esponenti di spicco della musica francese tra Ottocento e Novecento: Claude Debussy e Maurice Ravel, entrambi riuniti sotto l’impropria ma diffusa definizione di “impressionisti”Nel programma presentato si spazia attraverso la maggior varietà possibile per quanto riguarda climi sonori, organici orchestrali e forme musicali: tutti i brani sono tuttavia accomunati da uno sguardo retrospettivo, ora verso le glorie del barocco francese (con la suite di Ravel, dichiarato omaggio al connazionale François Couperin, e con le forme di danza della sarabanda e della pavana), ora verso un’antichità a-storica e idealizzata (quella dell’antica Grecia, evocata nelle Danses per arpa e archi e nel Prélude à l’après-midi d’un faune, considerato uno dei manifesti dell’impressionismo musicale). 

Biglietti

Intero 10€ / Ridotto abbonati 8€ / Scuole 5 €
Informazioni e prenotazioni > 0432 224211 e biglietteria@ertfvg.it

Teatro Benois De Cecco
Via XXIX Ottobre, Codroipo UD

“Note al femminile”, 8 marzo in musica al Castello di Udine

+++ CONCERTO ANNULLATO +++

Gruppo da Camera dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Violino I: Aleš Lavrenčič
Violino II: Alessio Venier
Viola: Lucia Zazzaro
Violoncello: Antonio Merici
Pianoforte: Riccardo Burato

Introduzione musicologica a cura della compositrice Maria Beatrice Orlando

Programma:

 C. Chaminade, Trio n.1 op. 11

  1. Allegro
  2. Andante
  3. Presto
  4. Allegro molto

 Teresa Carreño, Quartetto in Si minore

  1. Allegro
  2. Andante
  3. Scherzo: Allegro ma non troppo
  4. Allegro risoluto

Caroline Shaw, Blueprint per quartetto d’archi

Domenica 8 marzo 2020, ore 11.00, Salone del Parlamento del Castello di Udine
Concerto inserito nella rassegna “Note in Castello”

note in castello 2020

Dall’Ottocento alla Contemporaneità, il programma del concerto – inserito nella rassegna “Note in Castello” organizzata dall’Ente Regionale Teatrale FVG insieme al Comune di Udine –  permette di apprezzare e valorizzare l’approccio compositivo femminile dedicato perlopiù a piccoli ensemble che meglio sanno esprimere la loro idea di musica.

Il programma presenta tre lavori cameristici di celebri compositrici provenienti da tre ambienti culturali estremamente diversificati.

Il trio della francese Cécile Chaminade, scritto a 24 anni nel 1881, è un esempio del particolare momento di passaggio che attraversò la storia della musica alla fine dell’Ottocento: dal pieno romanticismo tedesco si può notare come inizino a far breccia alcune nuove tendenze, improntate alla leggerezza e all’abbandono delle vecchie regole armoniche in favore di un recupero in chiave moderna di elementi antichi, che gradualmente porteranno, proprio in terra francese, alla nascita dell’impressionismo.

Il quasi contemporaneo quartetto della venezuelana Teresa Carreño, del 1895, risente invece dell’influenza della musica tardo romantica di matrice spiccatamente europea nella sua articolazione in quattro movimenti e nel cesellato lirismo delle linee melodiche.

Con un salto di oltre un secolo, il recentissimo lavoro della statunitense Caroline Shaw, scritto nel 2016, è un raffinato omaggio a uno dei primi quartetti di Beethoven (il n. 6 dell’opera 18), di cui si percepiscono armonie e gesti. Blueprint  vuole condensare l’essenza del concetto stesso di musica da camera, ovvero un dialogo tra varie voci in cui nessuna prevale, ma tutte concorrono alla creazione di un’armonia che è superiore alla somma delle parti.

Biglietti

BIGLIETTI Intero € 10 / Ridotto € 8
ABBONAMENTO ai 5 concerti € 25
[Il biglietto darà diritto ad un aperitivo gratuito alla Casa della Contadinanza al termine del concerto]

INFO, ABBONAMENTI e BIGLIETTERIA Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Via Marco Volpe, 13 Udine
t. 0432.224224/11 biglietteria@ertfvg.it
Orario: dal lunedì al venerdì 10.00/12.00 e 15.00/17.00

“Suite Parisienne” il 12 marzo al Teatro Palamostre di Udine

+++ CONCERTO ANNULLATO +++

STAGIONE 2019/2019 – Metamorphosis

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani
Direttore: Ferdinando Sulla
Arpa: Emanuela Battigelli

PROGRAMMA

C. Debussy, Sarabande (orch. Ravel)
M. Ravel, Pavane pour une infante défunte
C. Debussy, Danse sacrée et danse profane per arpa e archi

***
C. Debussy, Prélude à l’après-midi d’un faune
M. Ravel, Le Tombeau de Couperin

 Giovedì 12 marzo – Ore 21.00 – Teatro Palamostre di Udine

Il programma esplora la produzione dei due esponenti di spicco della musica francese tra Ottocento e Novecento: Claude Debussy e Maurice Ravel, entrambi riuniti sotto l’impropria ma diffusa definizione di “impressionisti”.  Nel programma presentato si spazia attraverso la maggior varietà possibile per quanto riguarda climi sonori, organici orchestrali e forme musicali: tutti i brani sono tuttavia accomunati da uno sguardo retrospettivo, ora verso le glorie del barocco francese (con la suite di Ravel, dichiarato omaggio al connazionale François Couperin, e con le forme di danza della sarabanda e della pavana), ora verso un’antichità a-storica e idealizzata (quella dell’antica Grecia, evocata nelle Danses per arpa e archi e nel Prélude à l’après-midi d’un faune, considerato uno dei manifesti dell’impressionismo musicale).

Biglietti

Intero 15€ / Ridotto* 10€

ABBONAMENTO 3 CONCERTI TEATRO PALAMOSTRE (L’Orchestra per Bach, Un altro mare, Suite Parisienne):
Intero 30€ / Ridotto* 25€

* Riduzioni per under 25, over 65, abbonati Teatro Contatto

Informazioni e prenotazioni > 0432 506925 e biglietteria@cssudine.itUdine, Teatro Palamostre, piazzale Paolo Diacono 21
Orario: da lunedì a sabato ore 17.30 – 19.30

Biglietti in vendita anche online (circuito Vivaticket)

« Articoli meno recenti