Categoria: Eventi (Pagina 2 di 9)

Verso l’Infinitude. Concerto a Venzone e Aquileia con Matteo Trentin e Amedeo Cicchese

Verso l’Infinitude

Matteo Trentin, oboe

Amedeo Cicchese, violoncello

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani 

Programma

 W.A. Mozart, Concerto per oboe e orchestra K 314
Allegro aperto
Adagio non troppo
Rondò. Allegretto

F.J. Haydn, Concerto per violoncello e orchestra in Do Maggiore
Moderato 
Adagio
Allegro molto 

SABATO 14 AGOSTO | Ore 21.00
Chiesa di Sant’Andrea Apostolo, Venzone

DOMENICA 15 AGOSTO | Ore 21.00
Basilica Patriarcale di Aquileia

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
www.musicsystemitaly.eu – biglietteria@simularte.it
TEL: +39 04321482124 (dal lunedì al sabato ore 16:00 – 19:00)

Il concerto “Verso l’Infinitude” nasce dalla collaborazione tra il progetto Music System Italy promosso da SimulArte e l’Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani. Un evento speciale che guarda al futuro e a una ritrovata vicinanza tra giovani artisti di diverse nazionalità.

A seguito delle nuove norme per contrastare la diffusione del virus COVID19 per la partecipazione a questo evento è necessario essere in possesso del “Green Pass”.

Matteo Trentin

Primo oboe presso l’orchestra “Opéra National de Lyon”

Diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo sotto la guida di Fabrizio Oriani si è successivamente perfezionato in oboe con Luca Vignali e in musica da camera con Alessandro Specchi.
Dal 2002 al 2004 è membro stabile dell’Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi” sotto la direzione di Riccardo Chailly e dal 2004 al 2013 dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Zubin Mehta.
Ha collaborato inoltre in qualità di primo oboe con le più importanti orchestre italiane ed europee, tra cui l’Orchestra del Teatro alla Scala, l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala, l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra della Suisse Romande, la Gewandhausorchester Leipzig.
L’attività orchestrale lo porta a esibirsi regolarmente presso alcune tra le più prestigiose istituzioni concertistiche in Italia e all’estero (Avery Fisher Hall di New York, Symphony Hall di Chicago, Musikverein di Vienna,Victoria Hall di Ginevra, Teatro Municipal di Santiago del Cile, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro Municipal di Rio de Janeiro, Suntory Hall e NHK Hall di Tokyo, Symphony Hall di Osaka…) sotto la guida di direttori come Riccardo Muti, Zubin Mehta, Daniel Barenboim, Lorin Maazel, Seiji Ozawa.
Nel 2012 risulta vincitore del ruolo di Primo Oboe sia presso l’Orchestra del Teatro Regio di Torino che presso l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, ruolo che ricopre fino al 2018 Dal 2019 è Hautbois Solo all’Orchestre de Opéra National de Lyon.

Amedeo Cicchese

Primo violoncello presso l’ “Orchestra del Teatro Regio di Torino”

Nato a Campobasso nel 1988, Amedeo Cicchese si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “L.Perosi” all’età di 17 anni. Poco dopo ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Musica da Camera e Violoncello con Rocco Filippini e Giovanni Sollima presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Ha frequentato la Hochschule der Künste di Berna sotto la guida di Antonio Meneses. Amedeo ha partecipato a masterclass con David Geringas, Maria Kliegel, Natalia Gutmann. Vincitore del prestigioso “Premio Giuseppe Sinopoli” conferito con la massima onorificenza dal Presidente della Repubblica Italiana nel 2014, Amedeo ha vinto più di 30 concorsi nazionali e internazionali oltre a menzioni speciali. Ha debuttato come solista all’età di 16 anni con il Concerto in Do maggiore di Haydn, il Triplo Concerto di Beethoven e il Concerto per violoncello di Schumann. Sono seguiti numerosi impegni come solista in Italia, Olanda, Turchia, Ungheria, Cina e Giappone.
Nominato da Riccardo Muti Primo Violoncellista dell’Orchestra Cherubini, Amedeo si è esibito anche come solista in numerosi teatri per prestigiose istituzioni italiane e straniere ed è stato diretto da R. Muti, C. Abbado, F. Luisi, P. Jaarvi, C Eschenbach, MW Chung, R. Chailly, Tan Dun. Con quest’ultima si è esibito come solista con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, la Shanghai Philharmonic Orchestra e la China Youth Symphony Orchestra presso il Grand Theatre di Shanghai e la Sala Santa Cecilia Auditorium Parco della Musica di Roma. Amedeo ha debuttato, accompagnato dalla Tokyo Philharmonic Orchestra, presso la prestigiosa Suntory Hall di Tokyo, con grandi musicisti come Yundi Li e Ryu Goto, diretti da Tan Dun in occasione del concerto di chiusura del festival per il venticinquesimo anniversario della sala. Dal 2015 è Primo Violoncellista dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino. È regolarmente invitato come Primo violoncello ospite con importanti orchestre come il Teatro alla Scala di Milano, Camerata Salzburg, Orquestra de Cadaques, Orchestra Leonore e Teatro San Carlo di Napoli.

Drums! Concerto con i timpanisti del Teatro La Fenice di Venezia

Sabato 17 luglio alle ore 21.00 alla Villa dei Conti di Varmo a Mortegliano (UD) e domenica 18 luglio, sempre alle ore 21.00, in Piazza Venerio a Udine in scena Drums! Concerto con i timpanisti dell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Dimitri Fiorin e Barbara Tomasin. Insieme a loro sul palco, un ricco ensemble di percussioni composto dagli allievi e dalle allieve della prima masterclass di timpani e percussioni organizzata dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani dal 12 luglio.

Entrambi i concerti sono ad ingresso libero, con prenotazione consigliata.

Stagioni – Ieri, oggi, domani con Luca Mercalli

C’è un filo rosso che lega la “Piccola età glaciale” veneziana del Settecento con la crisi climatica di oggi, e si intreccia con le burrasche del mar Egeo e l’ironico contrasto tra Würm (il nome dell’ultima grande età glaciale, terminata circa 10.000 anni fa) e Warm, “caldo”, cioè la caratteristica che diventerà sempre più evidente nel clima futuro. 

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani insieme al meteorologo Luca Mercalli in “Stagioni – Ieri, oggi, domani” va a dipanare e descrivere questo viaggio nel tempo, grazie alla musica di A. Salieri, A. Vivaldi, F. Schubert, F. J. Haydn, L. Gioco e a parole originali per raccontare come le stagioni si trasformano, e di come si evolvono ai nostri occhi. 

Un concerto inedito, prodotto dall’Orchestra nel progetto Orchestra in Miniatura, anche nella forma musicale: tutti gli arrangiamenti sono curati dal compositore Lorenzo Gioco. Di ciascun brano è stato esaltato l’aspetto descrittivo e realizzata una rilettura timbrica moderna, in modo che possano parlare contemporaneamente le tre lingue del passato, del presente e del futuro.

VENERDI’ 23 LUGLIO, ORE 19.30
Chiesa di Santa Maria del Mare, Lignano Sabbiadoro
Inserito nella rassegna Notti di Mezza estate
In caso di maltempo si terrà al Cinecity, via Arcobaleno 14, Lignano Sabbiadoro

SABATO 24 LUGLIO, ORE 17.00
Malga Saisera, Malborghetto Valbruna
Inserito nel programma di Carniarmonie, in collaborazione con Festival Risonanze e NanoValbruna

DOMENICA 25 LUGLIO, ORE 11.00
Laghetto Minisini, Gemona del Friuli
Si consiglia di portare con sé coperte, stuoini o asciugamani per accomodarsi sul prato.
In caso di maltempo il concerto si terrà al Cinema Teatro Sociale di Gemona del Friuli.

Programma:

A. Salieri, La tempesta di mare
A. Vivaldi, L’inverno  
F. Schubert, Erstarrung (da Winterreise)
F. Schubert, Der Lindenbaum (da Winterreise)
L. Gioco, Waürm
F.J. Haydn, Dem Druck erlieget die Natur (da Jahreszeiten) A. Vivaldi, L’estate

Trascrizioni a cura di Lorenzo Gioco.

“Orchestra in Miniatura” è la rassegna estiva promossa e organizzata dall’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani che porta la musica sinfonica e dei grandi compositori sui territori, nei parchi, all’aria aperta dove chiunque possa ascoltarla e apprezzarla. Si tratta di un percorso musicale inedito che attinge al repertorio sinfonico trascritto per piccoli ensemble e arricchito dalle incursioni narrative e divulgative di importanti personalità culturali.

Dopo il successo della prima edizione nell’estate 2020, Orchestra in Miniatura presenta una nuova produzione dedicata a un argomento di grande attualità. Il concerto dal titolo “Stagioni – Ieri, oggi, domani” esplorerà in musica e parole l’urgenza dei cambiamenti climatici insieme a Luca Mercalli.

orchestra in miniatura filarmonici friulani

Orchestra in Miniatura è un progetto dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani realizzato con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, GiovaniFVG, Fondazione Friuli e il contributo dei comuni di Gemona del Friuli, Lignano Sabbiadoro e Malborghetto-Valbruna.

Notti di mezza estate, 29 giugno -3 agosto a Lignano Sabbiadoro

Sei serate dedicate alla musica, al teatro e all’arte nella suggestiva cornice della pineta della Chiesetta di Santa Maria del Mare. Notti di mezza estate è la nuova rassegna promossa dal Comune di Lignano Sabbiadoro insieme all’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani che va ad arricchire la proposta culturale della città con nomi noti e talenti emergenti del territorio e non soltanto. 

Tre le serate delle quali sarà protagonista la musica con l’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani insieme anche al divulgatore scientifico Luca Mercalli. Altrettante quelle dedicate a teatro, arte e letteratura con don Alessio Geretti insieme all’attore Massimo Somaglino, al Teatro Incerto con Angelo Floramo e allo storico dell’arte e critico Vittorio Sgarbi. 

Come riassume Ada Iuri, Assessore alla Cultura, “pensando alle giornate di sole di Lignano Sabbiadoro, si è voluto pensare a una serie di appuntamenti che regalino al cuore delle persone momenti di dolcezza, di riflessione, di serenità, di fiducia, quasi di preghiera per vivere meglio il tempo personale e condiviso.”

29 giugno – ore 21.00
Insolita Classica
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani | Orchestra San Marco | Accademia d’Archi Arrigoni
Sax soprano: Alex Sebastianutto

6 luglio – ore 21.00
¡Mandi!
Omaggio a José Bragato
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani

16 luglio – ore 21.00
Su Dante, riflessioni e letture dalla divina commedia
con don Alessio Geretti e Massimo Somaglino

23 luglio – ore 19.30
Stagioni – Ieri, oggi, domani
Orchestra in Miniatura
Concerto narrato con Luca Mercalli
Orchestra giovanile Filarmonici Friulani

29 luglio – ore 21.00
Guarnerius
di e con Fabiano Fantini, Elvio Scruzzi e Claudio Moretti (Teatro Incerto) e Angelo Floramo
Spettacolo teatrale in lingua friulana e italiana

3 agosto – ore 21.00 Serata rimandata al 9 agosto – ore 21.00
 “Il bene e il male – Dio, Arte e Scienza” 
Vittorio Sgarbi dialoga con don Alessio Geretti

INGRESSO LIBERO

Prenotazione consigliata utilizzando l’app EILO (disponibile gratuitamente per iOS e Android), oppure collegandosi a https://goeilo.web.app/, oppure scrivendo un’email a prenotazioni@eilo.it

Insolita classica con Alex Sebastianutto

L’Orchestra Filarmonici Friulani, l’Accademia d’Archi Arrigoni e l’Orchestra San Marco insieme per due concerti che esplorano il repertorio per sax soprano e orchestra. Solista è Alex Sebastianutto, esibitosi con numerosi ensemble in Italia e all’estero. Insolita classica sarà in scena il 29 giugno alle ore 21.00 nella Chiesetta di Santa Maria di Mare a Lignano Sabbiadoro per la rassegna “Notti di mezza estate” e il 2 luglio sempre alle ore 21.00 nella Chiesa di San Domenico a Udine.

INGRESSO LIBERO
Fino ad esaurimento posti, prenotazione consigliata.

In caso di difficoltà, contattaci all’indirizzo email biglietteria@filarmonicifriulani.com

PROGRAMMA

B. Bartók, Rumänische Volkstänze 
I. Jocul cu bâtă
II. Brâul
III. Pe loc
IV. Buciumeana
V. Poarga Românească
VI. Mărunțel

W.A. Mozart, Divertimento K 136
I. Allegro
II. Andante
III. Presto

G. Holst, Saint Paul’s Suite
I. Jig – Vivace
II. Ostinato – Presto
III. Intermezzo – Andante con moto
IV. Finale (The Dargason) – Allegro

S. Zalambani, Nostalgia del presente

J.-D. Michat, Songbook
I. Prélude
II. Orientale
III. Spleen
IV. Blokus
V. Noël 1991
VI. Chaud devant!

Il programma presenta un insolito accostamento tra l’orchestra d’archi, compagine classica per eccellenza, e il sassofono soprano, strumento tradizionalmente legato a linguaggi diversi e moderni. Il repertorio d’insieme è in realtà vivo e interessante, come dimostrato dalla Suite di Jean-Denis Michat che accosta, in una scrittura frizzante e innovativa, linguaggi e stili completamente diversi, dall’improvvisazione di stampo orientale fino alla valse-musette francese e alla musica zigana. Completa il programma una scelta di brani per soli archi caratterizzati dalla leggerezza e dalla dimensione della danza e del divertimento, provenienti da diversi paesi europei (Ungheria, Romania, Austria, Regno Unito).

alex sebastianutto insolita classica

ALEX SEBASTIANUTTO

Solista, camerista e didatta, è uno dei saxofonisti italiani più importanti della sua generazione. È membro del MAC Saxophone Quartet, con cui svolge un’intensa attività concertistica e didattica in Italia ed all’estero. Si diploma in saxofono con il massimo dei voti al Conservatorio ‘J. Tomadini di Udine ed in seguito consegue il master in “Didattica della musica”, “Musica da Camera” e “Saxofono” con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio ‘G. Frescobaldi’ di Ferrara sotto la guida del m° Marco Gerboni. Si perfeziona con diversi docenti di fama internazionale, tra i quali il m° Jean Marie Londeix presso il Conservatorio ‘G. Verdi’ di Milano. 

È vincitore del 1° Premio in 12 Concorsi Nazionali ed Internazionali. Si è esibito in prestigiosi festival in Italia ed all’estero e ha collaborato con numerose orchestre sotto la guida di direttori quali Enrico Bronzi, Daniel Oren e Wayne Marshall. Come solista si è esibito con: “Orchestra I Virtuosi d’Aquileia”; “Orchestra dell’Accademia d’Archi Arrigoni”; “FVG Mitteleuropa Orchestra”; “FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana” e con ulteriori orchestre a fiato e formazioni cameristiche. Al suo attivo ha diverse registrazioni televisive, radiofoniche e discografiche. È artista Selmer, D’Addario e LeFreque.

Il concerto a Udine è inserito nella Stagione Diffusa 2021/2022 – Orchestra in Città, ed è realizzato con il sostegno di Regioni Friuli Venezia Giulia, Giovani FVG e Comune di Udine.

¡Mandi! Omaggio a José Bragato

L’Orchestra Filarmonici Friulani si cala nuovamente nelle atmosfere della musica classica sudamericana e presenta un programma-omaggio alla scrittura musicale di José Bragato, udinese di nascita, compositore, direttore d’orchestra, arrangiatore, archivista musicale, violoncellista principale dell’orchestra del Teatro Colón di Buenos Aires, in Argentina, e a lungo collaboratore di Astor Piazzolla. Al pianoforte il Maestro Andrea Boscutti, classe 1988, già vincitore e finalista di numerose competizioni pianistiche internazionali.

Due gli appuntamenti in programma: 6 luglio, alle ore 21.00, alla Chiesetta di Santa Maria del Mare di Lignano Sabbiadoro per la rassegna “Notti di mezza estate” e il 9 luglio, sempre alle ore 21.00, a Spazio Venezia, viale Venezia, Udine.


INGRESSO LIBERO
prenotazione consigliata.

J. Bragato, Pequeña Suite Paraguaya y Correntin
I. Campanas de La Encarnacion
II. Polca para mi muñeca
III. Serenata en Corrientes (Chamamé)
IV. Techegau (Saudade) – Nostalgia

J. Bragato, A Mauricio 

G. López-Gavilán, Variaciones “Cumbanchero”

J. Bragato, Tres movimientos porteños
I. Popular
II. Romántico
III. Culto

H. Villa-Lobos, Bachianas Brasileiras n. 5 “Aria”

J. Bragato, Aires de milonga

Un viaggio musicale nell’America Latina, dalle suggestioni caraibiche del cubano Guido López-Gavilán, dall’inesauribile fascino ritmico, fino alla malinconica saudade del brasiliano Heitor Villa-Lobos, di cui verrà eseguito un toccante omaggio alla figura di Johann Sebastian Bach. Filo conduttore del programma è la musica di José Bragato, violoncellista udinese emigrato in Argentina e reso celebre dalle innumerevoli collaborazioni con Astor Piazzolla.

Concerto sulla vetta del Matajur

La sezione CAI Val Natisone, in occasione del Cinquantesimo anniversario di fondazione organizza un
concerto sulla vetta del Monte Matajur, proponendo l’esibizione del Quartetto d’archi dei Filarmonici Friulani.
Un evento speciale per un anniversario importante sulla montagna simbolo delle Valli, meta di escursioni per
molti soci e simpatizzanti. Un momento d’incontro sobrio, rispettoso dell’ambiente, in un clima di amicizia e
serenità, valori che appartengono agli amanti della montagna e al Club Alpino Italiano.

L’ ingresso è gratuito con obbligo di prenotazione.

Per agevolare l’accesso del pubblico all’area del concerto sarà predisposta, presso il Rifugio Pelizzo, la
verifica delle prenotazioni e la registrazione dei partecipanti che raggiungeranno in autonomia la vetta.


MODALITÀ DI ACCESSO
Prenotazione obbligatoria entro le 19.00 del giorno precedente all’evento.
Inviare una mail a concerto.matajur@gmail.com, indicando il proprio/i nominativo/i (specificare se
conviventi) e contatto/i. I dati verranno conservati dal CAI Val Natisone per 15 giorni.

Registrazione presso il rifugio Pelizzo e consegna pass/biglietto dalle ore 16.45 alle ore 18.00.
Vi chiediamo di:

  • portare la conferma della prenotazione (cartacea o tramite dispositivo)
  • rispettare gli orari indicati per la registrazione presso il rifugio Pelizzo
  • segnalare eventuali rinunce di prenotazione entro le ore 19.00 del giorno precedente allo spettacolo.

Anche durante le attività all’aperto è necessario garantire il rispetto delle norme per la prevenzione del
contagio da COVID-19.

Per accedere al concerto è obbligatorio: indossare la mascherina, entrare uno alla volta aspettando con
ordine il proprio turno, igienizzarsi le mani con gli appositi prodotti e farsi misurare la temperatura, rispettare
le distanze di sicurezza sedendo nei posti indicati e uscire con ordine
Durante l’esibizione è vietato consumare cibi e bevande. Sarà possibile un simbolico brindisi a fine
concerto solo ed esclusivamente con bibite e bicchieri personali.

In caso di maltempo l’evento verrà rinviato a martedì 22 giugno con lo stesso orario.
Si consiglia plaid o cuscino per sedersi sull’erba
Si invita a visionare il sito www.cai.valnatisone@libero.it per seguire eventuali aggiornamenti
comunicazioni sulle modalità di accesso allo spettacolo e sull’eventuale spostamento o annullamento.

Masterclass di timpani e percussioni

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, in collaborazione con la Scuola di musica di Mortegliano e il Comune di Mortegliano e con il sostegno di Regione FVG e Giovani FVG organizza una masterclass di timpani e percussioni rivolta a giovani musicisti under 35 con i timpanisti dell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Dimitri Fiorin e Barbara Tomasin.

La masterclass si svolgerà a Mortegliano (UD) dal 12 al 18 luglio 2021, compresi due concerti e prevede l’approfondimento dei principali metodi usati nelle scuole di musica e Conservatori, lo studio del repertorio orchestrale e della musica d’insieme per percussione. 

A chi si rivolge: 

  • timpanisti e percussionisti under 35;
  • studenti iscritti al 4°, 5° anno dei licei musicali; 
  • oppure ai corsi accademici dei Conservatori;
  • oppure già in possesso di diploma accademico di I, II livello o vecchio ordinamento.

Fino a un massimo di 15 partecipanti, di cui 5 riservati ai componenti dell’organico dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani.

Docenti: Dimitri Fiorin, Barbara Tomasin

Selezione: i docenti si riservano di selezionare i candidati in base al loro curriculum artistico.

Date: dal 12 al 18 luglio 2021 con due concerti 17 luglio (Mortegliano) e 18 luglio (Udine)

Scadenza Domande: 30 giugno 2021

Dove: Villa dei Conti di Varmo, Via Cavour, 58, Mortegliano (UD).

Quote: Tassa individuale di iscrizione alla masterclass (non rimborsabile, da versarsi entro 3 giorni dalla comunicazione di ammissione e compresivi di quota associativa per l’anno 2021): € 150,00.

Note: Emergenza Covid-19: In conformità con le normative vigenti e nel pieno rispetto delle indicazioni di legge, si prevede che le lezioni del corso di perfezionamento si terranno in presenza presso la Villa dei Conti di Varmo a Mortegliano (UD)

masterclass percussioni filarmonici friulani

Suoni romantici a San Vito al Tagliamento e Pordenone

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, l’Accademia d’Archi Arrigoni e l’Orchestra San Marco inaugurano nell’estate 2021 una importante collaborazione musicale che lega e intreccia le strade di tre realtà affermate sul territorio Regionale. Inaugura la collaborazione il concerto “Suoni Romantici” in programma a San Vito al Tagliamento e a Pordenone.

SUONI ROMANTICI
Orchestra Filarmonici Friulani
Accademia d’Archi Arrigoni
Orchestra San Marco
Alessio Venier, direttore
Chiara Bleve, pianoforte

Giovedì 24 giugno 2021 | Ore 20.00
Auditorium Concordia, San Vito al Tagliamento
INGRESSO LIBERO
Prenotazioni: info.accademiadarchiarrigoni@gmail.com

Venerdì 25 giugno 2021 | Ore 20.00
Parco San Valentino, Pordenone
INGRESSO LIBERO
Prenotazioni: concertiocsm@gmail.com
sms/whatsapp 333 3015009

Programma

F. Chopin, Concerto per pianoforte n. 2 

B. Bartók, Rumänische Volkstänze 

W.A. Mozart, Divertimento K 136

G. Holst, Saint Paul’s Suite

« Articoli meno recenti Articoli più recenti »