Tag: Organico (Pagina 1 di 2)

Doriana Calcagno

doriana calcagnoClasse 1998, Doriana si avvicina alla musica da giovanissima attraverso il canto corale e nel 2009 entra nella classe di viola del M° L. Nassimbeni presso il Conservatorio di Musica J. Tomadini di Udine. All’età di quindici anni inizia a suonare nell’orchestra sinfonica del Conservatorio e nel 2015 può già vantare numerose collaborazioni all’interno della regione.

Si perfeziona con Wolfgang Klos per il repertorio solistico e Vladimir Mendelssohn per la musica da camera.

Suona anche in qualità di spalla e concertino in diverse formazioni orchestrali del Friuli Venezia Giulia e del Veneto, tra cui l’orchestra “Academia Symphonica” di Udine, l’orchestra “Thomas Schippers” di Gorizia, l’orchestra AUDiMuS, l’orchestra giovanile San Giusto di Trieste, l’orchestra giovanile Filarmonici Friulani, l’Accademia d’archi Arrigoni e l’orchestra d’archi “La Sinfonietta” fondata dalla flautista Luisa Sello, con la quale si è anche esibita in quintetto tenendo numerosi concerti in Italia, Austria, Slovenia, Serbia e Spagna.

Grazie alle sue esperienze musicali entra in contatto con solisti e direttori di fama internazionale tra cui A. Kornienko, A. Wong, H. Guoliang, P. Komolpamorn, M. Baglini, V. Mendelssohn, G. A. Emilsson, J. Smeets, E. Baldini, M. Hossen, W. Klos, L. Kehayova, G. Sollima e altri.

Nell’estate 2017 partecipa all’ Accademia de “I Solisti Veneti” diretti da Claudio Scimone e a novembre dello stesso anno si trasferisce presso il Conservatorio B. Marcello di Venezia, dove è attualmente iscritta nella classe di viola del M° G. Di Vacri.

Alessandro Bressan

Alessandro BressanAlessandro Bressan ha conseguito il diploma accademico di primo livello con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine sotto la guida di A. Lenti. Studia regolarmente con il maestro Paolo Calligaris, primo fagotto dell’Orchestra Filarmonica Slovena; ha eseguito corsi di perfezionamento con i maestri G. Screpis, G. Mandolesi, V. Menghini. Ha collaborato e collabora con diversi gruppi cameristici e orchestrali, tra cui l’Orchestra “Thomas Schippers”, l’Ensemble “Ouessant”, l’Orchestra Academia Symphonica, l’Orchestra  giovanile “Filarmonici Friulani” l’Orchestra Nazionale dei Conservatori.

Ha frequentato il corso di alta formazione all’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la guida del maestro F. Bossone.

È iscritto al biennio di fagotto al conservatorio di Udine per l’anno accademico 2017/2018.

Raffaele Sabot

raffaele sabotRaffaele Sabot, nato il 23 gennaio 1992, intraprende gli studi musicali dapprima seguendo il metodo Willems e poi accedendo al conservatorio “J. Tomadini” di Udine alla classe di violino con il M° Renata Senia.
In seguito, entra nella classe di contrabbasso del professore Franco Feruglio, ci cui è tutt’ora studente. Ha collaborato con diverse orchestre e gruppi di musica da camera.

Collabora con l’orchestra giovanile Filarmonici Friulani dal 2015 e nello stesso anno consegue anche la laurea in fisioterapia all’Università degli studi di Udine.

Tania Haunzwickl

tania haunzwickelTania Haunzwickl, Bremerhaven, 1994, inizia lo studio del clarinetto all’età di 12 anni presso la scuola di musica del paese con l’insegnante Laura Micelli. Diplomatasi nel 2015 presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine con il professore Nicola Bulfone, frequenta attualmente il “Master in performing arts” presso il conservatorio di Maastricht (NL) sotto la guida del maestro Leon Bosch, oltre che seguire un corso di perfezionamento con il clarinettista Massimiliano Miani. Collabora con numerosi gruppi orchestrali tra cui: Orchestra “Academia Symphonica, Orchestra “Audimus”, Orchestra “Filarmonici Friulani”,Orchestra da camera “Thomas Schippers”, Orchestra sinfonica del conservatorio, Orchestra Fiati “Val Isonzo” e Banda Giovanile Regionale.

Ha svolto attività concertistica in Italia e all’estero come solista e in formazioni che spaziano dal duo al quintetto, all’ensamble di musica contempornea. Partecipa regolarmente alle produzioni dell’ “Ensamble Ouessant” e dell’ Ensamble di musica contemporanea del conservatorio. Suona stabilmente nel quintetto fiati “Fārā Nume” fondato all’interno del conservatorio con cui nel 2017 ottiene il primo premio al “Muziek festivaal vor de Jeugd” di Neerpelt (BE). Ha frequentato masterclass di perfezionamento con i maestri: Andreas Schablas, Igor Frantisak, Renate Rusche, Fabrizio Meloni, Kerstin Groetsch, Caroline Hartig, Paolo Beltramini e Dario Zingales.

Ha inciso diversi CD per la casa editrice “Scomegna” assieme alla Banda Giovanile Regionale e nell’ambito del 120o anniversario dell’Unità d’Italia, l’incisione di alcuni brani per la rivista “Amadeus”, assieme ai solisti Enrico Maria Baroni, Marco Pierobon e Luca Fanfoni.

Nel 2016 vince il premio per “Miglior esecuzione per clarinetto basso” al IV concorso strumentale interregionale “A. Zanella” per clarinetto e clarinetto basso.

Valentina Pacini

valentina pacini filarmonici friulaniValentina Pacini, classe 1995, ha cominciato lo studio del violino all’età di 7 anni sotto la guida del maestro Alberto Pollesel, per poi proseguirlo con il maestro Michele Lot e Massimo Belli.  Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento e Masterclass con Lea Birringer, Pavel Vernikov,  Svetlana Makarova e Hu Kun. Ha suonato con molte orchestre tra cui: Orchestra dell’ Accademia Naonis di Pordenone, Orchestra Akroama e San Marco di Pordenone, Orchestra A. Benedetti Michelangeli di Conegliano, Orchestra Filarmonici Friulani, Orchestra San Giusto di Trieste, Orchestra Giovanile Trentina, Neue Sinfonie di Villach e Euro Symphony SFK di Klagenfurt. Ha preso parte a diverse tournée in Italia, Francia e Bielorussia, esibendosi anche come solista.
Dal 2011 fa parte dell’Orchestra dell’Accademia d’Archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento diretta dal maestro Domenico Mason, con la quale ha tenuto numerosi concerti in varie province italiane e non,  collaborando con artisti quali Enrico Bronzi, Luca Vignali, Leonora Armellini, Laura Bortolotto, Domenico Pierini, Simone Briatore e Natalia Gutmann. Ha preso parte alla registrazione, presso la Fazioli Concert Hall di Sacile, di due CD per l’etichetta Amadeus con musiche di Mendelssohn e inediti di Federigo Fiorillo e un CD sulla Suite per trio Jazz e orchestra d’archi di Giovanni Mazzarino.

Dal 2016 si esibisce in duo con Stefano Cascioli.

Suona un Loeiz Honoré del 2007.

Andrea Mancini

andrea manciniNato a Udine nel 1996, inizia lo studio del corno al Conservatorio “J. Tomadini” di Udine con D. Baldin, successivamente con i maestri, A. Liani, A. Denabian e N. Caracristi conseguendo nel 2016 il diploma con il massimo dei voti. Parallelamente e successivamente al diploma si è specializzato sotto la guida di maestri come A. Corsini, G. Crott, H. van der Zanden, Gunter Högner, T. Hauschild, Frøydis Ree Wekre, D. Clevenger. Sta proseguendo il suo percorso di studi sotto la guida di G. Corti alla scuola di musica “Suzuki” a Firenze.

Collabora con diverse realtà orchestrali della regione e non, tra cui i Filarmonici Friulani (Udine), l’Orchestra Academia Symphonica (Udine), la FVG Mitteleuropa Orchestra, l’Orchestra San Marco di Pordenone, l’Orchestra Filarmonia Veneta e l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano in veste sia di Primo corno che di cornista della fila. È membro dell’EUYWO (European Union Youth Wind Orchestra).

Ha collaborato in formazioni cameristiche e orchestrali sotto la guida di maestri come Vincenzo Menghini, Carl Davis, Thomas Doss, Joost Smeets e Ian Cober.

Attualmente è iscritto alla classe di Direzione d’orchestra del conservatorio “L. Marenzio” di Brescia sotto la guida del M° Gilberto Serembe.

Alessandra Commisso

alessandra commisso violaIntraprende lo studio della viola con Giorgia Bignami, presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, per poi proseguire sotto la guida del maestro Davide Zaltron al Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza, dove consegue il diploma nel 2013.

Ha partecipato a masterclass di viola tenute da Julia Dinerstein e Benjamin Bernstein, e si è perfezionata con Simone Briatore, Joël Impèrial e Antonello Farulli dopo il diploma.

Fa parte dell’orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano.

Collabora inoltre con numerose altre realtà orchestrali: fa parte dell’orchestra giovanile Arrigoni di S. Vito al Tagliamento, con la quale ha partecipato tra le altre al festival Assisi nel mondo e a masterclass tenute da Domenico Pierini e Pavel Vernikov, e con cui ha collaborato alla registrazione di dischi per l’etichetta Amadeus, e fa parte dell’orchestra dei Filarmonici Friulani. Collabora con la Young Musicians European Orchestra di Ravenna, con l’Orchestra e Coro San Marco di Pordenone, con l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, con l’orchestra FVG Mitteleuropa di Udine, con i Musici di Parma e con queste ha avuto modo di accompagnare solisti di fama internazionale tra i quali U. Ughi, F. Manara, M. Polidori, P. Vernikov, L. Armellini, M. Brunello, E. Bronzi, G. Gnocchi, L. Vignali, A. Taverna.

Suona in varie formazioni da camera prediligendo quella del quartetto d’archi, per la quale si è formata con Alberto Battiston, e con la quale ha rappresentato il conservatorio di Udine nel 2011 ad Auxerre (Francia). Fa parte del quartetto Jacopo, con cui segue regolarmente lezioni tenute dal maestro R. Zanettovich.

Collabora con il Coro Polifonico di Ruda e con il pianista jazz Glauco Venier.

È titolare della classe di viola presso la scuola di musica Città di Codroipo.

Inoltre è dottore magistrale in Ingegneria Gestionale, laureatasi con il massimo dei voti presso l’Università di Udine nel 2014 con una tesi sul Pensiero Critico con il relatore Magn. Prof. A. F. De Toni.

Aleš Lavrenčič

Ales Lavrencic violinoALEŠ LAVRENČIČ (1998) di Doberdò del Lago. Iniziò a curiosare sulle corde del violino all’ età di quattro anni, assistito dal suo primo insegnante Peter Gus. Seguirono alcuni anni di studio nella scuola CSEM E. Komel di Gorizia sotto la guida del prof. Frančišek Tavčar, in seguito nella classe del prof. Jurij Križnič con il quale ha concluso gli studi preaccademici con il massimo dei voti. Partecipa inoltre ai corsi di perfezionamento sotto la guida del violinista russo Vasilij Meljnikov, docente all’ Accademia di Ljubljana, Helfried Fister, docente presso il conservatorio di Klagenfurt e Stefan Milenković, ora assistente del Maestro Itzhak Perlman. Ha seguito masterclass di musica da camera con il quartetto di Praga e con il maestro Marco Rizzi.

Incoraggianti sono stati i risultati raggiunti in diversi concorsi.: nel 2008 e nel 2011 1° premio assoluto al Concorso Internazionale SPINCICH di Trieste, nel 2009 e nel 2012 targa d’ oro al concorso regionale sloveno e d’ argento a quello nazionale TEMSIG. Al concorso internazionale di Giovani Musicisti a Povoletto nel 2011 ottiene il 1°premio assoluto, nel 2015 2° classificato. Anche al 1.Concorso nazionale, che si è svolto a Palmanova nel maggio 2013 si classifica al primo posto tra 750 concorrenti con 100 punti e menzione speciale. Al concorso »Premio L. Caraian« che si è svolto al conservatorio Tartini di Trieste, ha ottenuto il secondo premio assoluto con borsa di studio.   

È membro dell’ Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani, collabora inoltre con varie formazioni orchestrali tra cui l’ Academia Symphonica di Udine (in ruolo di spalla), l’ orchestra della Glasbena Matica di Trieste, l’ orchestra Ars Atelier di Gorizia e l’ orchestra Filarmonici Friulani.

Attualmente frequenta l’ ultimo anno del triennio accademico al conservatorio Tomadini di Udine. Dopo il primo anno di studio con il Mº Stefano Furini è seguito ora dalla prof.essa Diana Mustea. Suona il violino »S. Peresson« del 1981 di proprietà del comune di Udine, assegnatogli a marzo 2016 come premio per il miglior violinista del conservatorio di Udine. É accompagnato al pianoforte dal padre Hilarij Lavrenčič, maestro collaboratore al teatro Verdi di Trieste.

Pietro Savonitto

Pietro SavonittoNato nel 1996 a San Daniele del Friuli (Italia) ha iniziato gli studi oboistici con la prof. Cristina Monticoli per poi proseguirli presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine con il prof.Paolo Pellarin e la prof. Maria Giulia Mazzone, ottenendo il diploma con il massimo dei voti e la lode nel 2014. Tra i corsi e le masterclasses frequentati si ricordano quelli con i maestri Matej Šarc, Jesús Fuster Palmer, Emanuel Abbühl e Fabien Thouand .

Attualmente continua gli studi con i maestri Alessandro Baccini e Luca Vignali presso il Conservatorio di Udine e col maestro Thomas Indermühle presso la Scuola di musica di Fiesole.

Ha ottenuto premi e riconoscimenti in alcuni concorsi internazionali, sia in qualità di solista che come componente del quintetto a fiati “Euritmia”:

Inoltre nel 2015 si è classificato terzo al Premio Abbado, concorso indetto dal MIUR.

Ha collaborato e collabora con orchestre sinfoniche e gruppi da camera in Italia e all’estero quali:  Nova Filharmonija (Nova Gorica, Slovenia), International Masterclasses Youth Orchestra (Cividale del Friuli), Filarmonici Friulani (Udine).

Dal 2015 riveste il ruolo di Primo oboe nell’Orchestra nazionale sinfonica dei conservatori.

Nell’ottobre 2015 è stato ammesso all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano per il biennio per professori d’orchestra 2015/2017.

Inoltre dal 2012 frequenta volontariamente il corso di pianoforte complementare presso il Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine dove è attualmente iscritto al corso di composizione con il maestro Mario Pagotto.

Altri titoli: maturità scientifica presso il Liceo scientifico G. Marinelli di Udine con votazione 84/100.

Pietro Savonitto

33100 Udine (Italia),

via Cussignacco 28

Tel. +39 348 4865 614

pietro.savonitto@gmail.com

Alessandro Ricobello

Alessandro Ricobello ha cominciato a suonare il violoncello all’età di dieci anni con il maestro Andrea Musto, proseguendo gli studi presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine con il maestro Federico Ricardi Di Netro. Attualmente frequenta il Triennio Accademico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida del maestro Dario Destefano.

Nel repertorio solistico si è perfezionato con Michael Flaksman, Jelena Očić e Antonino Puliafito. In quello cameristico si è perfezionato con Franco Calabretto e Carlo Bertola nell’ambito del trio e con Alberto Battiston per il quartetto. Sotto la direzione del maestro Battiston ha anche ricoperto per due anni il ruolo di primo violoncello nell’Orchestra d’Archi del Conservatorio di Udine. Nell’estate del 2015 è stato selezionato come primo violoncello per il progetto “Music improves the world”, tenutosi sull’isola di Corfù, che ha allestito un’orchestra, diretta dal maestro Davide Pitis, formata da ragazzi italiani e israeliani. Suona frequentemente in varie orchestre della regione, i Filarmonici Friulani, l’orchestra “La Sinfonietta” dell’associazione “Amici della musica” di Udine, l’Academia Symphonica, l’associazione “Thomas Schippers” di Gorizia e l’Orchestra Giovanile “Santa Cecilia” di Portogruaro. Consolidato da anni è il duo con il pianista Sebastiano Gubian, con il quale ha suonato anche in trio insieme alla violinista Luisa Pezzotti.

« Articoli meno recenti